Quando parla Gaber


Guido Harari presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Quando parla Gaber"
(di Guido Harari)

"ERO E RIMANGO UN CANE SCIOLTO, UNO DEI TANTI. ORMAI SIAMO IL TERZO PARTITO."

"LA NOSTRA VITA? DA QUALE PARTE L'ABBIAMO CERCATA UNA VITA CHE SIA NOSTRA?"

"LA NOSTRA DEMOCRAZIA NON È NEMICA DELLA QUALITÀ. È LA QUALITÀ, CHE È NEMICA DELLA NOSTRA DEMOCRAZIA."

"ABBIAMO BISOGNO DI GENTE COSCIENTE, NON DI VITTIME O DI EROI."
Giorgio Gaber


"NEL TEMPO DELL'INGANNO UNIVERSALE, DIRE LA VERITÀ È UN ATTO RIVOLUZIONARIO!"
Pier Paolo Pasolini

Leggilo. Gaber graffia ancora. Al pari delle sue canzoni, anche le sue battute, le sue domande urticanti fotografano l'Italia di ieri e anticipano quella di oggi: la politica, lo Stato, la Chiesa, la famiglia, il dilemma della coppia, il sesso, la televisione, il mercato, l'omologazione culturale, la stupidità dilagante, il berlusconismo che è in noi. Dopo l'autobiografia GABER. L'ILLOGICA UTOPIA, Guido Harari propone qui una selezione di pensieri e provocazioni, affilati come bisturi, di una delle maggiori coscienze civili che questo paese abbia avuto.

"Pensieri e provocazioni per l'Italia di oggi"

a cura di:
Guido Harari
collana: Tascabile economico
dettagli: 160 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Quando parla Gaber

"Pensieri e provocazioni per l'Italia di oggi"

autore:
Guido Harari
collana: Tascabile economico
dettagli: 160 pagine
prezzo: 8,00 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Quando parla Gaber"
(di Guido Harari)



"Ma dentro, dentro cosa siamo? Siamo delle caramelle di merda ricoperte di cioccolato"
"Non è vero che il destino entra alla cieca nella nostra vita. Entra dalla porta che noi stessi gli abbiamo spalancato."
"Non è vero che il destino entra alla cieca nella nostra vita. Entra dalla porta che noi stessi gli abbiamo spalancato."
"Perché odiate per frustrazione e non per scelta? Perché spargete così male la rabbia che vi consuma? Perché vi rassegnate a questa vita mediocre, senza l'ombra di un desiderio, di uno slancio, di una proposta qualsiasi?"
"Perché odiate per frustrazione e non per scelta? Perché spargete così male la rabbia che vi consuma? Perché vi rassegnate a questa vita mediocre, senza l'ombra di un desiderio, di uno slancio, di una proposta qualsiasi?"
"Se abbiamo già sperimentato quanto faccia male una dittatura militare, non sappiamo ancora quanto possa far male la dittatura della stupidità."
"Se abbiamo già sperimentato quanto faccia male una dittatura militare, non sappiamo ancora quanto possa far male la dittatura della stupidità."
"Vedo un'anestesia generale nella quale l'uomo ripete gesti già fatti... Non vive, sopravvive."
"Vedo un'anestesia generale nella quale l'uomo ripete gesti già fatti... Non vive, sopravvive."
"Il mondo è tutto un poi vedremo. Cosa succederà all'ambiente? Poi vedremo. Cosa succederà dell'immigrazione? Poi vedremo. Ma vedremo cosa?"
"Il mondo è tutto un poi vedremo. Cosa succederà all'ambiente? Poi vedremo. Cosa succederà dell'immigrazione? Poi vedremo. Ma vedremo cosa?"
"La libertà è una ridicola religione moderna. Quale libertà? Come libertà?... L'uomo libero è una frase senza senso."
"La libertà è una ridicola religione moderna. Quale libertà? Come libertà?... L'uomo libero è una frase senza senso."
"Ma dentro, dentro cosa siamo? Siamo delle caramelle di merda ricoperte di cioccolato"




Le vostre recensioni 4 recensioni
5 stelle
 
 (1)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 
 (2)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Emilio Marchetti:
Mente critica della cultura milanese che mi ha sempre stimolato a riflettere. questo libro serve a non dimenticare quelle considerazioni profetiche.

Walter:
Spiace constatare che non esista più al giorno d'oggi una mente acuta e pungente come quella di Gaber. Ce ne sarebbe stato bisogno. Le sue riflessioni intelligenti sono attualissime e più che mai necessarie. Il libro mi è molto piaciuto.

NippoBER:
Sono appassionato di Gaber. Un buon libro da leggere per capire chi fosse Gaber, un uomo a mio avviso rimasto nella cerchia della cultura milanese ma che in realtà avrebbe potuto dare molto alla nazione. Mancano alcuni passi,...ma solo per appassionati. Discreto.

Davide B.:
Ragazzi, Gaber è stato veramente profetico: in questo libro, vi sono riflessioni risalenti anche a più di 30 anni fa che sembrano calzare a perfezione per descrivere la realtà del primo decennio di questo XXI secolo. Politica, lavoro, differenze generazionali, libertà: dopo aver letto il contenuto di questo libro, nessuno di questi temi lo vedrete alla stessa maniera di prima.


un pretesto per leggerlo
Tratto da Quando parla Gaber

Guido Harari

Tratto da Quando parla Gaber

Guido Harari

"Ma dentro, dentro cosa siamo? Siamo delle caramelle di merda ricoperte di cioccolato"