Un inverno italiano


Saverio Lodato presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Un inverno italiano"
(di Andrea Camilleri,Saverio Lodato)

"Questi politici sempre più si considerano intoccabili. Il loro motto è: 'Io pozzu fari e disfari e cuntu non aiu da dari'". Andrea Camilleri

Chi meglio di Andrea Camilleri può raccontare la tragicommedia che stiamo vivendo? Saverio Lodato ha dato voce al più popolare scrittore italiano, che commenta giorno per giorno, dal novembre 2008 al maggio 2009, fatti, misfatti, personaggi e figurine che hanno invaso le cronache di giornali e tv. Ecco in scena le bravate di "Piccolo Cesare" insieme con il terremoto e la passerella elettorale, l'infinita emergenza extracomunitaria e i provvedimenti disumani del governo, la pena e lo sciacallaggio sul dramma di Eluana, la Chiesa di Tettamanzi (ma anche quella del papa), l'incivile polemica sul biotestamento, la ridicola censura a Vauro, il lodo Alfano che grazia Berlusconi... Un Camilleri controcorrente, tra storia e cronaca, tradizione e racconto. Con il gusto di trovare le parole giuste per ribaltare la grammatica di quello che siamo diventati.

Andrea Camilleri ha pubblicato oltre cinquanta volumi tra romanzi storici e civili, romanzi polizieschi e la serie con il commissario Montalbano. È tradotto in più di trenta lingue. I suoi libri più recenti (2009): "La danza del gabbiano" (Sellerio); "Il sonaglio" (Sellerio); "Il cielo rubato. Dossier Renoir" (Skira).

Saverio Lodato è giornalista e autore di famosi libri sulla mafia. "Il ritorno del Principe" (con Roberto Scarpinato, Chiarelettere); "Trent'anni di mafia" (nuova edizione, Bur); "La mafia ha vinto" (con Tommaso Buscetta, Mondadori). Con Andrea Camilleri ha scritto "La linea della palma" (Rizzoli).

"Cronache con rabbia 2008-2009"

autore:
Andrea Camilleri,Saverio Lodato
collana: Reverse
dettagli: 352 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Un inverno italiano

"Cronache con rabbia 2008-2009"

autore:
Andrea Camilleri,Saverio Lodato
collana: Reverse
dettagli: 352 pagine
prezzo: 14.6 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Un inverno italiano"
(di Andrea Camilleri,Saverio Lodato)



"La berlusconite è un'infezione mortale incurabile, che porterà alla rovina l'Italia tutta. Come già accaduto con un altro capo di governo, Benito Mussolini"
"Quando la rete viene tirata in superficie i tonni si contendono il poco spazio fino a uccidersi fra loro. Solo in quel momento il rais, nel caso specifico Berlusconi, ordina di arpionare"
"Piuttosto poi che prima, la Chiesa i suoi errori sa riconoscerli. Ci mette un po' di tempo, prendiamo Galileo, ma alla fine ci arriva. Scommettiamo che nel 4018 il preservativo sarà consentito?"
"Scancellamu e accominciamu da capu. Me l'ha fatto tornare in mente tutto il gran scusarsi degli ultimi tempi. Dalle scuse di Tremonti per la bidonata della social card a quelle del papa al popolo ebreo. Da noi le scuse non significano il proposito di non ripetere l'errore o l'offesa, ma tutt'altro"
"Un deputato che porta a letto due ragazze e sniffa con loro fa danno a se stesso, alla sua famiglia, al suo partito. Ma un presidente del Consiglio è un'altra cosa: se dà scandalo, esso non solo investe lui, la famiglia e il partito, ma soprattutto la nazione che rappresenta."
"Velata verità - Segreto stupore - Sguardo leggero - Insondabili orizzonti", Sandro Bondi, "Fra le tue braccia", poesia dedicata a Marcello Dell'Utri




Le vostre recensioni 3 recensioni
5 stelle
 
 (2)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Stefano Facci:
Il libro è un quotidiano appuntamento con gli autori che nel loro metaforico ristorante tentano di farci trangugiare pietanze guaste e maleodoranti. Camilleri e Lodato nei panni dei burloni, con dardi satirici tentano, a volte riuscendoci a volte no, di far nascere un amaro sorriso sul volto del lettore. Le cronache giornaliere dello scorso freddo inverno italiano. Un gelido inverno. Che si arrampica purtroppo anche lungo la primavera, l'estate e raggiunge l'autunno della nostra infausta penisola.

Pietro M. Gembillo:
Caro Maestro, inutile rinnovare complimenti più che meritati. Mi consenta invece una blanda, amichevole critica. Ancorché suo appassionato lettore e sincero ammiratore, non essendolo de l’Unità solo adesso ho preso visione del suo commento a proposito dell’articolo di Panebianco sul Corriere del 19 gennaio, che ho trovato nella raccolta “Un inverno italiano”. Sul punto mi duole dissentire dalla sua posizione, poiché concordo perfettamente con quella di Panebianco. I palestinesi di Hamas hanno scientemente immolato migliaia di civili, nascondendosi presso scuole, ospedali, luoghi densamente popolati, per sbatterli sulle prime pagine di tutta l’informazione internazionale (non avevano alcuna necessità di propri mezzi di informazione, Gaza non è come l’Iran, la Cecenia o il Tibet, la tv israeliana è la prime a dare le notizie con rigore ed imparzialità). Vede, caro Maestro, con lei concordo sul fatto che la guerra cosa fitusissima è: però, come tutte le cose fituse, alle volte non si può proprio farne a meno. Solo che la guerra si può farla da uomini, come la fecero i partigiani contro i tedeschi; da ominicchi, come certi generali che mandano i propri uomini al macello; o da quacquaracquà, come gli “eroici” combattenti di Hamas.

Johnny :
Nel clima sempre più livido che gli Italiani vivono,sotto una cappa di conformismo e propaganda dei TG, e media intimiditi dal potere al Governo, Andrea Camilleri ha commentato la regressione civile degli ultimi mesi. Astenersi dalla lettura mielisti e terzisti corrierizzati.


un pretesto per leggerlo
Tratto da Un inverno italiano

Andrea Camilleri,Saverio Lodato

"Velata verità - Segreto stupore - Sguardo leggero - Insondabili orizzonti", Sandro Bondi, "Fra le tue braccia", poesia dedicata a Marcello Dell'Utri