Tra eresia e verità

DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Tra eresia e verità"
(di Luigi Zoja,Leonardo Boff)

“Meglio morire che perdere la vita.”
Frate Tito, torturato durante la dittatura in Brasile


“Fino a quando ci saranno persone discriminate e oppresse, avrà sempre senso parlare e agire in nome della teologia della liberazione.”
Leonardo Boff


L’avventura umana e spirituale di uno dei padri fondatori della teologia della liberazione. L’infanzia in Brasile, figlio di una famiglia di migranti veneti. Il genocidio degli indios visto in prima persona. La violenza delle dittature militari e le complicità della Chiesa. In questa conversazione con lo psicoanalista Luigi Zoja, Leonardo Boff traccia il ritratto di una stagione feroce, rivela scenari inediti dietro la censura vaticana e la sua condanna al “silenzio ossequioso”, parla di papa Francesco, della Carta della Terra e dei tesori nascosti nelle culture indigene. Uno straordinario viaggio attraverso le luci e le ombre del Novecento, fino a oggi.


Leonardo Boff è uno dei principali teologi latinoamericani. Insieme a Gustavo Gutiérrez e Hélder Câmara è stato uno dei padri fondatori della teologia della liberazione.
Luigi Zoja, saggista e psicoanalista, si è laureato in Economia e ha svolto ricerche anche in ambito storico e sociologico. Tra i suoi libri ricordiamo: IL GESTO DI ETTORE (2000) e PARANOIA (2011), pubblicati da Bollati Boringhieri, UTOPIE MINIMALISTE (Chiarelettere 2013).
autore:
Luigi Zoja,Leonardo Boff
collana: Reverse
dettagli: 160 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Tra eresia e verità

""

autore:
Luigi Zoja,Leonardo Boff
collana: Reverse
dettagli: 160 pagine
prezzo: 10 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Tra eresia e verità"
(di Luigi Zoja,Leonardo Boff)



“ Nella tradizione della Chiesa la povertà e sempre stata presentata in chiave religiosa, ma per noi era evidente che le persone si erano impoverite a causa di un processo sociale ingiusto, di sfruttamento e di oppressione, dal quale occorreva liberarsi.”
“ Possa la nostra epoca essere ricordata per il risveglio di una nuova riverenza per la vita, per la risolutezza nel raggiungere la sostenibilità, per l’accelerazione della lotta per la giustizia e la pace, e per la gioiosa celebrazione della vita.”
Tratto dalla Carta della Terra, testo redatto tra il 1997 e il 2000 da una commissione composta da 23 rappresentanti del mondo culturale, scientifico e religioso, tra cui Leonardo Boff.
“Dopo la visita di Giovanni Paolo II a Cuba, Fidel Castro mi disse: ‘E stato un dialogo fantastico. C’era una grande sintonia’. Io pensai: ‘E ovvio, sono due dittatori, s’intendono bene’.”
“La religione può essere usata per addomesticare il popolo, per mantenerlo nella rassegnazione, oppure per mobilitarlo.”
– Luigi Zoja: “In Brasile un intero popolo e stato sterminato da coloni di origine europea”.
– Leonardo Boff: “I coloni dicevano che occorreva ‘ripulire il terreno’, sradicare le erbacce, perche gli indios non avevano il senso della proprietà privata”.
– Luigi Zoja: “Ratzinger, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, ti convoca a Roma il 7 settembre 1984 per un colloquio chiarificatore su ‘alcuni problemi sorti dalla lettura del libro’ Chiesa: carisma e potere”.
– Leonardo Boff: “L’incontro era fissato per il 5 settembre, quel giorno io avevo un impegno con l’associazione delle prostitute... Ho scritto a Ratzinger che non potevo, lui mi ha mandato un telegramma per dirmi che la Chiesa doveva venire prima di tutto, io ho risposto che, secondo le parole di Gesù, le prostitute hanno la precedenza nel Regno dei cieli... E abbiamo spostato la data”.




Le vostre recensioni 0 recensioni
5 stelle
 (0)
4 stelle
 (0)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it



un pretesto per leggerlo
Tratto da Tra eresia e verità

Luigi Zoja,Leonardo Boff

– Luigi Zoja: “Ratzinger, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, ti convoca a Roma il 7 settembre 1984 per un colloquio chiarificatore su ‘alcuni problemi sorti dalla lettura del libro’ Chiesa: carisma e potere”.
– Leonardo Boff: “L’incontro era fissato per il 5 settembre, quel giorno io avevo un impegno con l’associazione delle prostitute... Ho scritto a Ratzinger che non potevo, lui mi ha mandato un telegramma per dirmi che la Chiesa doveva venire prima di tutto, io ho risposto che, secondo le parole di Gesù, le prostitute hanno la precedenza nel Regno dei cieli... E abbiamo spostato la data”.