Salute e bugie

DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Salute e bugie"
(di Salvo Di Grazia)

“Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri e gli intelligenti sono pieni di dubbi.”
Bertrand Russell

“Non si è liberi di scegliere se non si è correttamente informati... Fate di tutto per non ingrassare ciarlatani, imbonitori e guru.”
Salvo Di Grazia, “MedBunker”


Per la salute e la bellezza si è disposti a credere a tutto, anche che sia possibile con una lozione far ricrescere i capelli o che con la cartilagine di squalo, l’aculeo velenoso dello scorpione, o addirittura con le mandorle, si guarisca dal cancro. Lo stesso vale per l’omeopatia, l’agopuntura, il bicarbonato di Simoncini, il siero di Bonifacio o le staminali di Vannoni. Contro le truffe in farmacia, le cure inutili e le illusioni della medicina alternativa, qui dimostrate da chi le denuncia da anni, l’unico antidoto è l’informazione: per salvaguardare noi stessi e il progresso scientifico, quello al servizio dell’uomo e non degli interessi delle aziende farmaceutiche e degli speculatori.


Salvo Di Grazia è un medico chirurgo. Oltre a collaborare a ilfattoquotidiano.it e a riviste di divulgazione scientifica, ha fondato il blog “MedBunker”, visitatissimo osservatorio sulla medicina, la scienza e i ciarlatani della salute.

"Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani"

autore:
Salvo Di Grazia
collana: Reverse
dettagli: 256 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Salute e bugie

"Come difendersi da farmaci inutili, cure fasulle e ciarlatani"

autore:
Salvo Di Grazia
collana: Reverse
dettagli: 256 pagine
prezzo: 13,60 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Salute e bugie"
(di Salvo Di Grazia)



“Oggi i farmaci davvero nuovi sono pochi, dopo il boom degli anni Settanta, la scoperta di nuove molecole è rara.”
“Ogni Stato ha il suo ‘genio incompreso’... ogni cultura ha la sua cura fallimentare, ciarlatanesca, ma capace di muovere le masse, le opinioni e la politica.”
“Thalidomide, Thorotrast, Therac, Tuskegee rappresentano l’altra faccia della scienza, quella cattiva, la più brutta.”
Quattro casi clamorosi di farmaci e terapie sbagliati, con effetti tragici su migliaia di bambini e adulti in tutto il mondo per molti anni, frutto di ricerche mal condotte, superficialità e speculazioni farmaceutiche.
“Ancora oggi c’è chi (anche tra i medici!) crede che i vaccini causino l’autismo o altre malattie. Ma i riferimenti non li ha nessuno.”
“– Se l’omeopatia funzionasse, andrebbe contro tutti i principi della fisica, della chimica e della biologia.
– Ha ragione. Ma questo è un problema più della fisica che dell’omeopatia.”
La presidentessa di una delle società di omeopatia più importanti d’Italia, intervistata da Stefano Lorenzetto.
“Gli afrodisiaci da banco non sono più efficaci di una pastiglia di vitamina C.”
“L’agopuntura è un metodo piuttosto recente ed è falsa la teoria che la vuole antica a tutti i costi.”
“L’idea dell’integrazione è una delle prime invenzioni dell’industria farmaceutica. Tutto iniziò con i derivati dell’olio di pesce che avrebbero avuto un benefico effetto sull’intelligenza dei bambini.”
“La nostra natura ci porta a desiderare i miracoli, così qualcuno ce li vende.”




Le vostre recensioni 7 recensioni
5 stelle
 
 (6)
4 stelle
 (0)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 (0)
1 stella
 
 (1)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Cristian Lorenzon:
Ottimo libro contro le pseudoscienze. In un Italia molto ignorante dal punto di vista scientifico, un libro come questo dovrebbe essere presente tra i libri di testo delle scuole superiori di qualsiasi indirizzo.

Antonio Di Donato:
Un libro che tutti dovrebbero leggere, anche se so che molti sostenitori delle pseudomedicine non cambieranno mai idea. Un unico "appunto": ho notato che molti, anche laureati in discipline scientifiche e anche bravi nel loro lavoro, sembrano non aver capito fino in fondo il metodo scientifico. Anche se siamo la patria di Galilei, forse una premessa sul metodo sperimentale, su come si faccia la sperimentazione, spiegare meglio la peer review avrebbe facilitato la lettura a chi non è del "campo". Ottimo!

Daniele:
Libro onesto, facilmente fruibile anche ai non "addetti ai lavori". In un momento di sfiducia generale quale quello attuale, in modo particolare per chi non possiede un' adeguata formazione scientifica, è estremamente difficile orientarsi ed effettuare delle scelte realmente consapevoli nella cura della propria salute. Da biologo molecolare sento tutta l'importanza della corretta divulgazione scientifica vista l'ignoranza e la nociva presunzione di conoscenza di alcuni soggetti.

Vittorio:
Sembra un manuale per sviluppare la consapevolezza che la medicina è una disciplina difficile e ricca di contraddizioni. Storicamente ripercorre anni di false cure ed illusioni, con un occhio anche a quelle proposte dalla cosiddetta "medicina ufficiale" ma con questo pretesto aiuta a sviluppare il senso critico e lo scetticismo, qualità che quando si parla di salute sono vitali. Testo scorrevole, per nulla complicato ed a tratti anche ironico.

Giuseppe:
Libro di un pressapochismo e superficialità disarmanti, pieno di inesattezze storiche, metodologiche e scientifiche....ma l'ha scritto davvero uno che ha la laurea in medicina? Perchè va bene che è stata conseguita a Catania, però un minimo di cultura chi scrive doverla dimostrarla a prescindere. L'unico miracolo qui è che sia stato pubblicato!!!

John Fischetti:
Nel panorama desolante dei venditori di miracoli e degli sciacalli che speculano sulle speranze questo volume è una perla preziosa. Preciso e ben documentato, è un vero manuale antifurbetti. I "convinti" dal guru di turno non ne ricaveranno nulla, ma per tutti gli altri può essere una bella ricarica di disincanto, o, per dirla alla Richard Feynman: "Coltivate il dubbio, le certezze uccidono la mente".

Ugo M:
Viviamo in un'epoca e in un paese in cui troppo facilmente si grida al miracolo, in ambito di salute. Questo libro è un autentico vaccino, con referenze precise e dettagliate e ricco di aneddoti di piacevole lettura, per le tante ciarlatanate che ci circondano in ambito medico. Consigliatissimo.


un pretesto per leggerlo
Tratto da Salute e bugie

Salvo Di Grazia

“La nostra natura ci porta a desiderare i miracoli, così qualcuno ce li vende.”