Nome in codice Siegfried

DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Nome in codice Siegfried"
(di Adriano Monti,Alessandro Zardetto)

– Quando sei rientrato in Italia?
– Da circa tre mesi, Sua Santità.
– Che Dio benedica e accompagni te e la tua famiglia.
Papa Giovanni Paolo II a Adriano Monti, nome in codice Siegfried, agente della Rete Gehlen, la struttura segreta ideata dal generale nazista Reinhard Gehlen alle dirette dipendenze dei servizi americani

Per tutti era solo un medico chirurgo. Una storia avventurosa, per la prima volta raccontata in presa diretta.
A quindici anni Adriano Monti si arruola volontario nelle SS internazionali spacciandosi per maggiorenne. Vuole combattere contro l’Armata rossa, finirà nella morsa della resistenza partigiana. Segue la strada del padre, gerarca fascista in Toscana poi funzionario del ministero delle Corporazioni della Repubblica di Salò, condannato a morte dal Tribunale del popolo e scampato per miracolo all’esecuzione. Ma il suo campo di battaglia vivrà nuove trincee.
Dal golpe Borghese alla Guerra dei sei giorni arabo-israeliana, dai conflitti nell’Africa nera al fronte dei Balcani, con ruoli sempre da protagonista nei panni di agente della rete internazionale Gehlen.
Tutto sotto copertura: “Odessa”, la fuga degli ex nazisti verso il Sud America con l’appoggio del Vaticano; “Chiesa del silenzio”, la preparazione di un esercito di sacerdoti-soldati inviati in Unione Sovietica per catechizzare la popolazione locale in funzione anticomunista. I legami con gli uomini di Ordine nuovo e Avanguardia nazionale, l’incontro con papa Wojtyla, l’arresto e l’isolamento con la minaccia di una cellula comunista che vuole fargli la pelle: saranno i provvidenziali consigli di Luciano Lutring, il “solista del mitra”, a salvargli la vita...
Una testimonianza scomoda, che sottrae alla Storia la sicurezza della ricerca oggettiva per restituirle la tensione e la forza della vita.

Adriano Monti oggi ha ottantasei anni e vive a Rieti. Solo nel 2005 un’inchiesta del quotidiano “la Repubblica” ha svelato la sua vera identità, il suo ruolo di agente sotto copertura, nome in codice Siegfried. La sua vicenda è stata oggetto di una puntata de "La storia siamo noi", di Giovanni Minoli, dedicata al golpe Borghese. È autore di numerose pubblicazioni, tra cui "Il golpe Borghese" (Lo Scarabeo 2006) e "Obiettivo Petra" (Bietti Media 2009).

Alessandro Zardetto, giornalista e scrittore, da anni svolge anche l’attività di editor per varie case editrici italiane. È autore de "L’Aquila 2010. Il miracolo che non c’è" (con Sabrina Pisu, 2010) e di "H2Oro" (2011), entrambi pubblicati da Castelvecchi.

"Un reduce delle SS protagonista di una storia ai confini della realtà"

autore:
Adriano Monti,Alessandro Zardetto
collana: Reverse
dettagli: 336
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Nome in codice Siegfried

"Un reduce delle SS protagonista di una storia ai confini della realtà"

autore:
Adriano Monti,Alessandro Zardetto
collana: Reverse
dettagli: 336
prezzo: 18 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Nome in codice Siegfried"
(di Adriano Monti,Alessandro Zardetto)



– Quando sei rientrato in Italia?
– Da circa tre mesi, Sua Santità.
– Che Dio benedica e accompagni te e la tua famiglia.
Papa Giovanni Paolo II a Adriano Monti, nome in codice Siegfried, agente della Rete Gehlen, la struttura segreta ideata dal generale nazista Reinhard Gehlen alle dirette dipendenze dei servizi americani




Le vostre recensioni 0 recensioni
5 stelle
 (0)
4 stelle
 (0)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it



un pretesto per leggerlo
Tratto da Nome in codice Siegfried

Adriano Monti,Alessandro Zardetto

– Quando sei rientrato in Italia?
– Da circa tre mesi, Sua Santità.
– Che Dio benedica e accompagni te e la tua famiglia.
Papa Giovanni Paolo II a Adriano Monti, nome in codice Siegfried, agente della Rete Gehlen, la struttura segreta ideata dal generale nazista Reinhard Gehlen alle dirette dipendenze dei servizi americani