Neurolandia


Gianluca Versace presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Neurolandia"
(di Eugenio Benetazzo,Versace Gianluca)

"Benvenuti in Neurolandia! In questo euromanicomio, dottori e infermieri ci imbottiscono di psicofarmaci per non farci prendere coscienza del disastro che essi stessi hanno causato."

"Quando potremo dire la verità, non la ricorderemo più."
Leo Longanesi

Salvare gli stati attraverso l'aumento dell'imposizione fiscale e la depressione del livello dei consumi è un'idea folle che ha generato in tutta Europa una rivolta contro il modus operandi ortodosso dell'establishment finanziario che ci governa: una nuova oligarchia fatta da enti sovranazionali, banche centrali, banche private e grandi fondi di investimento. Con l'appoggio delle agenzie di rating che danno i voti alle economie dei paesi pensando innanzitutto agli interessi dei propri azionisti, imponendo la loro cura e il loro folle diktat. La volontà di tutelare esclusivamente il sistema bancario dimenticando il piccolo imprenditore, è un'ennesima, solare dimostrazione di come in Europa manchi un disegno politico sovranazionale. Non bastano i curatori fallimentari, adesso servono statisti autorevoli, in grado di difendere stati e popolazioni dalle aggressioni e penetrazioni della concorrenza proveniente dall'Asia.

Eugenio Benetazzo (www.eugeniobenetazzo.com.) è gestore di patrimoni, saggista ed economista "fuori dal coro", considerato un vero e proprio guru finanziario. Il suo tour itinerante con spettacoli di informazione finanziaria ha attraversato tutta la penisola. Ha fondato e amministra Deltoro Holding S.p.A., un incubatore finanziario indipendente contro i conflitti di interesse di banche e promotori. Tra i suoi libri più recenti: PADRONE DEL TUO DENARO e BANCA ROTTA. L'EUROPA S'È ROTTA, entrambi Sperling & Kupfer; ERA IL MIO PAESE, Dalai Editore. Vive e lavora tra l'Italia e Malta.

"Aspettando la fine dell’Euro"

autore:
Eugenio Benetazzo,Versace Gianluca
collana: Reverse
dettagli: 176 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Neurolandia

"Aspettando la fine dell’Euro"

autore:
Eugenio Benetazzo,Versace Gianluca
collana: Reverse
dettagli: 176 pagine
prezzo: 13,60 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Neurolandia"
(di Eugenio Benetazzo,Versace Gianluca)



"Quanto sta accadendo non è altro che un ritorno alla normalità: l'Asia si appresta a riconquistare la posizione e il ruolo che la storia le ha sempre dato. Ci si rinnova tornando alle origini."
"Amici nostalgici della liretta, mettetevi il cuore in pace: non si può fare."
"Ancora una volta ci rendiamo conto di essere abitanti di Neurolandia: non è forse una follia consentire la lenta e inesorabile penetrazione di operatori istituzionali cinesi nel mercato del debito europeo?"
"Chi non ricorda le imprese classificate con una tripla A che sono poi finite a catafascio? Le agenzie avevano certificato per esempio la Parmalat del cavalier Calisto Tanzi. Ce lo siamo già dimenticati?"
La sola Moody's nel 2010 ha realizzato profitti netti per 508 milioni di dollari.
"Esiste un pericoloso eccesso di risorse investite attraverso un singolo prodotto o un unico partner bancario. Questa è una condizione molto rischiosa, dobbiamo dircelo chiaramente! L'investitore italiano medio deve ancora fare molta strada sul piano della diversificazione."
"Iniziare da un punto strategico ed essenziale: diventare proprietari del nostro debito... Si tratterebbe a tutti gli effetti di una vera emancipazione."
"L'indice di disoccupazione fra i più giovani ha raggiunto livelli impressionanti: si è passati dal già alto 21,3 per cento del 2008 allo stratosferico, letale 32,6 per cento del 2011. Fanno 11 punti in più. Con punte del 49,2 per cento per le giovani donne del Mezzogiorno, dove il tasso di disoccupazione tra i giovanissimi è in media del 44,9 per cento. Esattamente il doppio del Nord, dove si attesta al 22,3 per cento."




Le vostre recensioni 3 recensioni
5 stelle
 (0)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 
 (1)
2 stelle
 (0)
1 stella
 
 (1)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Ezeviel:
L'Europa e i suoi burocrati, le sue scartoffie, le sue leggi incomprensibili, le sue disposizioni che talvolta finiscono per peggiorare la qualità della vita dei cittadini. Benetazzo l'ho conosciuto a uno degli incontri cui ha partecipato. Franco, competente, traspone la realtà senza attenuanti. Questo libro gli fa onore, lo consiglio a quanti vogliano nutrirsi di realismo.

Ayrtonforever:
E' folle pensare di risolvere tutto aumentando le tasse; ed è ancora più folle continuare a dare fiducia ad un sistema come quello bancario che ha creato la crisi con cui ci troviamo a combattere giorno per giorno e che continua a fare sempre e solo il proprio interesse.

Bruce77:
Folle è la vita, folle è il Governo, folle è la politica. Una riflessione sull'insensatezza del mondo della politica tecnocratica, che non solo non sta risolvendo i problemi, ma pare peggiorare la situazione. Lettura necessaria.


un pretesto per leggerlo
Tratto da Neurolandia

Eugenio Benetazzo,Versace Gianluca

"L'indice di disoccupazione fra i più giovani ha raggiunto livelli impressionanti: si è passati dal già alto 21,3 per cento del 2008 allo stratosferico, letale 32,6 per cento del 2011. Fanno 11 punti in più. Con punte del 49,2 per cento per le giovani donne del Mezzogiorno, dove il tasso di disoccupazione tra i giovanissimi è in media del 44,9 per cento. Esattamente il doppio del Nord, dove si attesta al 22,3 per cento."