I nuovi mostri


Oliviero Beha presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "I nuovi mostri"
(di Oliviero Beha)

"Siamo spettatori universali: il dissolvimento delle democrazie in oligarchie mediatiche è all'opera non solo in Italia ma in tutto il mondo." Hans Georg Gadamer

C'era una volta. C'era una volta chi si dava come compito quello di incalzare il potere e di controllarlo: un'élite temuta e ascoltata. C'erano una volta i "maestri", i Pasolini, i Moravia, gli Sciascia, i Calvino, ma anche i Bobbio, i Galante Garrone, gelosi custodi del libero pensiero. E ora?

L'Italia non potrebbe essere quella che è senza la complicità del sistema mediatico e grazie all'assenza degli intellettuali, "una categoria - scrive Beha - più del portafogli che del pensiero". A cominciare dai giornalisti.

Ma è il quadro d'insieme che preoccupa. ("Stiamo rispondendo a Obama con Geronzi"): un gigantesco concorso di colpa, che attraversa molte categorie professionali, in nome del denaro e in virtù di una normalizzazione della banalità da troppi accettata. Il resoconto di Beha, lucido ma non rassegnato, ci induce a reagire, così come molte associazioni di liberi cittadini hanno cominciato a fare. Contro il Golpe Bianco che ci sta svuotando. In appendice, le "Resistenze ai nuovi mostri", un primo elenco di associazioni culturali che con la loro attività sul territorio si oppongono all'avanzata del degrado culturale del Paese. Le potete trovare online su www.inuovimostri.it.

"Nelle fauci di un'informazione truccata. Un Paese senza intelletuali. Un'opinione pubblica imbalsamata. Una democrazia svenuta."

autore:
Oliviero Beha
collana: Reverse
dettagli: 304 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

I nuovi mostri

"Nelle fauci di un'informazione truccata. Un Paese senza intelletuali. Un'opinione pubblica imbalsamata. Una democrazia svenuta."

autore:
Oliviero Beha
collana: Reverse
dettagli: 304 pagine
prezzo: 13.6 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "I nuovi mostri"
(di Oliviero Beha)



"...comunque in questa specie di pornografia accelerata voi siete sicuramente più avanzati dei francesi."
Jean Baudrillard
"Chi sa è sospetto. Gli esperti sono a tariffa. La dignità è una parolaccia."
"Il sistema dei media italiano che altro è se non un gigantesco Panopticon che ti osserva senza soluzione di continuità, per cui o sei osservato oppure sei osservatore?"
"La militanza obbliga a coniugare il senso di appartenenza con la tua coscienza."
Gaetano Quagliarello, senatore Pdl
"Prima di parlare di libertà i giornalisti dovrebbero tirarsi su i pantaloni."
Cesare Romiti
"Siamo di fronte al devastante fenomeno del karaoke degli intellettuali, di chi ripete canzoni altrui a orecchio, per ignavia o convenienza. Servendo."
"Solo ciò che avviene dentro il Palazzo pare degno di attenzione... Gli intellettuali italiani sono sempre stati cortigiani, sono sempre vissuti dentro il Palazzo. Se si occupano della gente, ciò avviene attraverso le statistiche della Doxa o di Pragma." Pier Paolo Pasolini.




Le vostre recensioni 3 recensioni
5 stelle
 
 (1)
4 stelle
 (0)
3 stelle
 
 (1)
2 stelle
 
 (1)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Alessandro:
Ho sempre apprezzato Oliviero Beha: mi ha sempre dato l'idea di una persona estremamente onesta, lucida, fuori dal coro Certo che con questo libro non riesce a trasmetterti nulla. Colpa, a mio parere, di un linguaggio contorto, di un atteggiamento asettico che non ti coinvolge neanche un po'. Ho dovuto fare un grande sforzo per il rispetto dovuto ad un giornalista che stimo moltissimo per arrivare, esausto e finalmente felice, alla fine del libro.

marco:
Considero valido il libro per l'informazione che porta.Non trovo efficace la scrittura,non lineare ..vecchia;anche la prefazione,dove si prepara con retorica alle inevitabili critiche è stantia. Pochi scrivono con obbiettività,così però sembra tutto troppo storto.

MARIANO :
ho acquistato e sto leggendo i nuovi mostri di oliviero beha, ritengo che sia interessante nei contenuti e nella disamina del panorama dell'informazione italiana.La cosa che pero' devo sottolineare e' che sto trovando notevole difficolta' nella lettura e le cose sono due,o la mia capacita' culturale e' modesta oppure Beha scrive in maniera contorta...ai posteri l'ardua sentenza..


un pretesto per leggerlo
Tratto da I nuovi mostri

Oliviero Beha

"Solo ciò che avviene dentro il Palazzo pare degno di attenzione... Gli intellettuali italiani sono sempre stati cortigiani, sono sempre vissuti dentro il Palazzo. Se si occupano della gente, ciò avviene attraverso le statistiche della Doxa o di Pragma." Pier Paolo Pasolini.