Di testa nostra


Saverio Lodato presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Di testa nostra"
(di Andrea Camilleri,Saverio Lodato)

"Il problema nasce quando i nani rappresentano il loro Dio ... e il problema è ancora più grave quando un nano si crede addirittura Dio. Lei pensa che io stia alludendo? Non si sbaglia."
Andrea Camilleri

Eravamo partiti dall'ars amatoria di Berlusconi e siamo arrivati ai condomini "facilitati" dei politici e alla crisi economica. In mezzo, tra commedia e tragedia, con accenti talvolta comici, il divorzio di B., il nuovo giornalismo alla Minzolini, le amazzoni di Gheddafi, il G8 all'Aquila e gli scandali che hanno investito la Protezione civile, l'attacco a GOMORRA, Garibaldi, la crisi del Pd, il ddl sulle intercettazioni... Commenta Camilleri: "Pirandello ai suoi tempi sembrò cervellotico, oggi sarebbe cronista di scarsa fantasia". E conclude, riferendosi alla classe politica:"Per confrontarsi sulle idee, bisogna innanzitutto averle". Il viaggio nel "paese senza verità" (Sciascia) non smette di stupire.

"Cronache con rabbia 2009-2010"

autore:
Andrea Camilleri,Saverio Lodato
collana: Reverse
dettagli: 224 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Di testa nostra

"Cronache con rabbia 2009-2010"

autore:
Andrea Camilleri,Saverio Lodato
collana: Reverse
dettagli: 224 pagine
prezzo: 13.6 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Di testa nostra"
(di Andrea Camilleri,Saverio Lodato)



"Demonizzando Berlusconi si fa il suo gioco? Credo al contrario che sia il tacere a fare il suo gioco."
"Gli italiani in cuor loro non credono a Berlusconi, non sono così sciocchi, ma gli vogliono credere a tutti i costi. Negli ultimi anni sono stati talmente privati di speranza, di fiducia, di apertura verso il prossimo, di futuro, da voler credere ciecamente a chi racconta loro favole deliranti."
"L'Italia è un paese senza verità.
"L'Italia è la bara del diritto.
"Se lo Stato italiano volesse davvero sconfiggere la mafia, dovrebbe suicidarsi."
Leonardo Sciascia
"Quando Riina manifestò il proposito delle stragi, Provenzano fece un sondaggio fra imprenditori, politici e massoni. Ma i risultati non li divulgò. Il pentito Giuffrè riuscì a sapere che alcuni industriali del Nord si erano dichiarati favorevoli all'uccisione di Falcone e Borsellino. I loro nomi? E torniamo all'araba fenice."
"Se anche ad andare a votare fossero dodici persone in tutto, questa dozzina di elettori rinnoverebbe, da sola, la Camera e il Senato."
"Una volta i preti avevano la decenza di far propaganda elettorale dal pulpito o nel confessionale, ma ora si sono adeguati ai tempi e non hanno più ritegno."
"A quando una visita alla tomba di Amerigo Dumini, assassino di Matteotti?"
"È un'Italia che si è magnificamente adattata a vivere a sua insaputa. Si beve perfino la favoletta che vogliono mettere il bavaglio alle intercettazioni telefoniche per la difesa della sua vita privata."




Le vostre recensioni 3 recensioni
5 stelle
 (0)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 
 (2)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Agata:
Finalmente due voci libere e lucide. Non è facile raccontare quest' Italia, e soprattutto farlo con la giusta dose di ironia. Spero serva a squarciare il velo di ipocrisia e di mediocrità che ci opprime. Un appunto agli autori: avrei apprezzato se, anziché una collezione di scritti, avessero proposto qualcosa di nuovo.

Sandrus87:
Dovremmo tutti imparare dall'arguzia del commissario Montalbano, fortunata creatura letteraria di Camilleri. Se non cominciamo noi, a partire dal quotidiano, a esercitare il diritto di critica continueremo a subire. Svegliamoci!

Tutti uguali:
Da leggere insieme al Partito dell'amore. Onestamente nulla di nuovo per chi è informato ma un libro che lascerei sul comodino di chi guarda il TG4 o il TG1 di Scodinzolini. Magari a forza di vederlo lì lo legge e si vergogna un pò..


un pretesto per leggerlo
Tratto da Di testa nostra

Andrea Camilleri,Saverio Lodato

"È un'Italia che si è magnificamente adattata a vivere a sua insaputa. Si beve perfino la favoletta che vogliono mettere il bavaglio alle intercettazioni telefoniche per la difesa della sua vita privata."