Come abbattere un regime


Gene Sharp presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Come abbattere un regime"
(di Gene Sharp)

"PIUTTOSTO MORIRE IN PIEDI CHE VIVERE IN GINOCCHIO."
Albert Camus

"C'ERO A TIENANMEN, QUANDO I CARRI ARMATI CI SONO VENUTI ADDOSSO. VEDENDO IN TV I RAGAZZI EGIZIANI HO TEMUTO CHE POTESSE FINIRE DI NUOVO COSÌ. MA PER TUTTI I REGIMI C'È UN PUNTO DI NON RITORNO. LA RIVOLTA ORA AVANZA OVUNQUE."
Gene Sharp, "la Repubblica", 17 febbraio 2011

Questo testo è diffuso come un vangelo della ribellione. Ha aiutato movimenti che hanno abbattuto regimi: Milošević nel 2000 e oggi Ben Ali e Mubarak. Tutto attraverso nonviolenza e informazione. Sharp descrive le fonti di legittimità del potere (non solo gli eserciti, interessanti sono le "fonti intangibili", cioè psicologiche, che portano ad accettare l'oppressione); denuncia l'inefficacia di negoziati e compromessi e la finzione di una democrazia conquistata attraverso l'intervento dall'estero. La vera ribellione nasce dall'interno. Richiede consapevolezza collettiva, non collaborazione, pubblica resistenza. In questo manuale ci sono i metodi per costruirla.

Gene Sharp, classe 1928, studia i movimenti nonviolenti in tutto il mondo. È ritenuto tra i principali ispiratori delle rivolte che stanno sconvolgendo il mondo arabo. Questo libello è tradotto in quasi trenta lingue. Qui proponiamo la prima traduzione italiana.

"Dalla dittatura alla democrazia. Manuale di liberazione nonviolenta."

autore:
Gene Sharp
collana: Reverse
dettagli: 144 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Come abbattere un regime

"Dalla dittatura alla democrazia. Manuale di liberazione nonviolenta."

autore:
Gene Sharp
collana: Reverse
dettagli: 144 pagine
prezzo: 10,00 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Come abbattere un regime"
(di Gene Sharp)



AZIONI DI RIBELLIONE NONVIOLENTA
- dileggio dei funzionari del regime
- marce, parate, cortei motorizzati
- boicottaggio da parte dei consumatori
- non collaborazione personale generalizzata
- ritiro totale dei depositi bancari - disobbedienza civile contro leggi illegittime
Estratto dai metodi di azione nonviolenta.
"Ci sono uomini nel mondo che governano con l'inganno. Non si rendono conto della propria confusione mentale. Appena i loro sudditi se ne accorgono, gli inganni non funzionano più."
Liu Ji, da una parabola cinese del XIV secolo.
"La nozione di base è semplice: se un numero sufficiente di subordinati si rifiuta di collaborare abbastanza a lungo e nonostante la repressione, il sistema oppressivo si indebolirà fino al collasso."
"Perché chi è animato dall'idea di liberare la propria gente si concentra così raramente sulla progettazione di una strategia utile al conseguimento di tale obiettivo?"
"Si diceva: le masse arabe non si ribelleranno mai. Ma era solo uno stereotipo. Queste rivolte c'insegnano che ribellarsi è possibile."
Gene Sharp, "la Repubblica", 17 febbraio 2011.
"Su certi principi non è accettabile alcun compromesso."
"Unitevi. Rafforzate i deboli tra voi. Organizzatevi in gruppi. E vincerete." Charles Stewart Parnell (1846-1891), deputato irlandese, guidò agitazioni e scioperi per ottenere l'indipendenza del suo paese dall'Impero britannico.




Le vostre recensioni 3 recensioni
5 stelle
 (0)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 
 (2)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Lauretta:
Prendiamo esempio dai popoli arabi. Con la lotta e la partecipazione non violenta si possono sconfiggere le tirannie più oppressive. Il libro di Sharp è un testo di capitale importanza che andrebbe letto già nelle scuole. Ancora una volta, i giovani hanno tanto da imparare e 2assorbire" dalla saggezza e dall'esperienza.

Felice:
Molto bello. Il libro giusto per assumere coscienza di sè, come individui e come popolo, per raggiungere la libertà, per far cadere le foglie di fico che spesso coprono le storture di chi governa, spogliare il re per liberare il popolo.

Progress on line:
"Il libro di Sharp è un vero e proprio manuale che analizza, propone, consiglia: un manuale “pericoloso”, temuto dai dittatori di tutti i paesi al punto da essere vietato e censurato in Birmania, Estonia, Serbia, Zimbabwe e Tibet. Un Manuale di liberazione nonviolenta che aiuta a sviluppare una mentalità strategica, insita nel diktat dell'autore che pervade tutta la sua opera: mettere da parte l'istinto della violenza e delle azioni spontanee per studiare a tavolino una strategia vincente."


un pretesto per leggerlo
Tratto da Come abbattere un regime

Gene Sharp

"Unitevi. Rafforzate i deboli tra voi. Organizzatevi in gruppi. E vincerete." Charles Stewart Parnell (1846-1891), deputato irlandese, guidò agitazioni e scioperi per ottenere l'indipendenza del suo paese dall'Impero britannico.