Se li conosci li eviti


Peter Gomez presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "Se li conosci li eviti"
(di Marco Travaglio,Peter Gomez)

ELEZIONI POLITICHE 2008

Il nuovo libro di Peter Gomez e Marco Travaglio

Riciclati, imputati, condannati, fannulloni del nuovo Parlamento. Il Who's who della politica italiana.

"Mi sono battuto fino all'ultimo perché Enzo Biagi restasse alla Rai." (Silvio Berlusconi, febbraio 2008).
"Non penso affatto di presentarmi come leader del centrosinistra." (Walter Veltroni, gennaio 2006).
"Voglio che sia a tutti chiaro che non esiste alcuna possibilità che An si sciolga e confluisca nel
nuovo partito di Berlusconi." (Gianfranco Fini, novembre 2007).
"Italia, Italia, vaffanculo!" (Mario Borghezio, luglio 2005).
"Veltroni leader del Pd? Non finchè io vivo." (Massimo D'Alema, giugno 2006).
"Un uomo, con il mio curriculum, l'avrebbero già fatto presidente della Repubblica." (Anna Finocchiaro, maggio 2005).

"Raccomandati, riciclati, condannati, imputati, ignoranti, voltagabbana, fannulloni del nuovo parlamento"

autore:
Marco Travaglio,Peter Gomez
collana: Principio attivo
dettagli: 576 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

Se li conosci li eviti

"Raccomandati, riciclati, condannati, imputati, ignoranti, voltagabbana, fannulloni del nuovo parlamento"

autore:
Marco Travaglio,Peter Gomez
collana: Principio attivo
dettagli: 576 pagine
prezzo: 14.6 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "Se li conosci li eviti"
(di Marco Travaglio,Peter Gomez)







Le vostre recensioni 29 recensioni
5 stelle
 
 (21)
4 stelle
 
 (3)
3 stelle
 
 (1)
2 stelle
 (0)
1 stella
 
 (4)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Abramo Barigelli:
Indispensabile, senza mezze misure, nonostante trattasi di aggiornamento/ampliamento di "Onorevoli Wanted" (2006) che a sua volta lo fu de "La Repubblica Delle Banane" (2001). Summa di quel che il politico di turno (a vita natural durante), trasparente come un muro plumbeo, non ti farebbe mai leggere. Se poi consideriamo che la tv servizio pubblico è in mano ai partiti, il dado è tratto. Fisiologico è il bisogno di penne libere come Gomez e Travaglio, purosangue di scuderia montanelliana doc.

Carmine :
Un vero e proprio manuale per il cittadino che vuole saperne di più su politici noti o meno noti della seconda repubblica, scritto con la solita ironia tagliente e documentata della coppia Gomez/Travaglio. Veramente molto utile!

Donny :
..un risveglio..

Manuela :
Ringrazio come al solito Marco Travaglio per essere uno dei pochi giornalisti che informa i cittadini usando la verità, che nell'ultimo ventennio questa classe politica ha trasformato in faziosità. Dopo aver letto questo libro,la voglia di andare a votare è morta completamente.Dobbiamo smettere di accettare che le persone più ignobili vadano al governo e guadagnino sulle nostre spalle!

Artuto Oggioni :
certo mi aspettavo qualcosa di diverso dai soliti libri.Non che siano scritti male(ma nemmeno bene)mi sembrano sine laude et sine infamia,solo riprtono gli stessi concetti all'infinito.Non mi spiego un accanimento così feroce nei confronti di alcune persone di un"versante"politico soltanto,ed un "bavaglio"nei confronti di altri personaqggi del"versante contrario.Poi vorrei spiegato se esistono veramente due "versanti"in Italia!!!!!!!Sono uguali e sovrapponibili e si servono ora di travaglo ora di sgarbi ora di pincopalino.Chissà se travaglio e gomez lo hanno capito!!!leggete l libro L'Entità di Eric Frattini,o L'affare Calvi..e capirete chi comanda in Italia e nel mondo.Certo meglio "evitare"travaglio e gomez per l'assilante monotonia,monocromia,monotematica,etc....

Francesco :
Un libro che tutti dovrebbero leggere, tutti dovrebbero sapere, altro grande lavoro di Travaglio e co. Dopo vari libri letti sul genere, non immaginavo uno scandalo coi', ecco come si comportano tutte quelle faccie di bronzo dietro alle telecamere, un libro del genere senza avere avuto denuncie, quindi tutto vero, che scandalo..grazie Marco

Davide :
Complimenti davvero, meno male che esistono persone come voi in questa pseudo democrazia.Grazie Marco e Peter

Biagi :
il duemilavini della politica,il veronelli del potere,lo schedario gambero rosso delle camere,non da leggere ma da consultare,sempre,appena se ne ha voglia quando vediamo un politico dopo il suo parlare in astratto-assoluto-velato,per CONOSCENZA!!!consiglierei un continuo aggiornamento annuale,come una guida appunto!!(non sto scherzando)

Maurizio :
E'un libro che dovrebbero mettere obbligatorio nelle scuole per farci rendere conto già da ragazzi quanto sia importante ilvoto che diamo. Ho 34 anni e ho vissuto in pieno il"periodo Berlusconi",emi meraviglio che ci siano ancora personeche credono alle sue bugie!!! Se ci fossero più lettoridei vostrilibri,magari cambierebbe qualcosa. Maurizio

Luca:
grandi peter e marco. avanti così. siete i migliori.

lamby :
caro travaglio ... i tempi cambiano,le situazioni pure.. cambi anche lei . ripete sempre le stesse cose da anni. grazie

Antonio D'Urso:
Grande libro: è propro il vademecum dell'elettore. Per chi si informa abbastanza sull'andamento ed i politici del proprio Paese, con quest'opera raggiungerà l'ulteriore conoscenza che il 99% dei parlamentari ha la voce "fedina penale" aperta nel proprio status! Il che non si addice ad un Paese Europeo. In queste pagine, oltre ad una sorta di Curriculum Vitae "sintetizzato" dei (nostri) dipendenti, potete trovare un sunto sulle leggi vergogna volute dai recenti governi e concesse dalle rispettive opposizioni, oltre ai pro di alcuni parlamentari dato che, l'eccezioni, ci sono sempre. Lo raccomando a tutti i cittadini del Popolo Italiano con la precauzione, però, di farne un uso moderato, visto che, per chi nutre ancora una speranza di cambiamento, si accorgerà ben presto che la situazione rimane peggiore del previsto.

MARIELLA :
con i dovuti aggiornamenti, dovrebbero adottarlo come testo scolastico. Bravo Travaglio.

marcella:
Sarebbe bellissimo avere in Italia più giornalisti coraggiosi e trasparenti come lui...Ho letto il libro quasi tutto d'un fiato e devo ammettere che avrei voluto leggerlo prima delle elezioni...

Stefano :
Aver finito di leggere questo libro a giochi fatti, ad elezioni concluse, fa stringere il cuore. E soprattutto fa innalzare il livello di bile che un cittadino informato e consapevole potrebbe ormai imbottigliare e rivendere come pregiato acido di produzione umana. Che i due giornalisti siano fra le voci più franche e precise del nostro povero paese lo si sapeva già; che i miei concittadini se ne fottano del destino della nazione pur essendo diventato facilissimo tenersi informati il minimo necessario per restare connessi con il mondo reale e non con quello "ricostruito" della martellante e servile menzogna mi inquieta parecchio. Sensazioni personali a parte, il libro è un manuale degli orrori in piena regola. Quando si pensa di aver toccato il fondo basta voltare pagina per sprofondare ancora più in basso. Come si può giudicare lucidamente un testo che riga dopo riga, mariuolo dopo mariuolo provoca la nausea? Come si può restare seduti e calmi leggendo tutte le nefandezze che sono state placidamente commesse dagli autocandidati al Parlamento di cui alcuni hanno pure l’imprudenza e il cattivo gusto di farsi vanto? Credo che le scuole dell’obbligo dovrebbero meglio sfruttare l’ora di educazione civica messa a disposizione degli studenti e non, come nel mio caso, permettere che sia usurpata dal professorone di turno per fare i suo comodi. Libri come questo e come altri dello stesso genere e tenore andrebbero analizzati e spiegati in classe da insegnanti che sentano sacra la responsabilità di formare le future generazioni di cittadini; insegnanti che la sentano come indispensabile strumento per arginare la innegabile deriva culturale e civica in cui stiamo sprofondando.

mauro :
in una parola: STREPITOSO!! Ce ne fossero giornalisti così preparati e libri così utili, dettagliati e ben documentati, per capire da che razza di gente siamo governati.

Fede01 :
Un libro che da la forza di pensare che in futuro, possiamo solo migliorare, perchè peggio di così...

Leonardo :
Ottimo libro. Anche se, secondo me, Mani Sporche vale molto di più di quest'ultimo. Comunque, consigliato, sopratutto ai giovani che si sono o si stanno per affacciare alla politica.

pamela :
L'anamnesi completa dell'intera classe politica italiana: i buoni(20), i brutti, i cattivi, i pessimi e gli impresentabili. Da ricordarsi la celebre frase dell'Amleto: "le male azioni risorgono per quanta terra le ricopra agli occhi degli uomini". Gomez e Travaglio ci rammentano con sconsolata onestà e precisione l'attitudine biografica di tanti, troppi politici italiani a mentire e voltare gabbana, ma non solo. Sconsigliato agli ingenui e ai faziosi, è un libro che provoca sentimenti di furore per le sorti di un Paese che si vorrebbe moderno ma ricade nelle consuetudini del malcostume.

rosario :
Piero è chiaro che i libri di travaglio come quelli di altri autori abbiano qualcosa di "copiato" dai libri precedenti. Certe cose le scrivono anche per i nuovi lettori che per la prima volta leggono i suoi libri. Ogni volta che ascolto travaglio in pubblico anch'io ascolto cose già dette da lui in incontri precedenti ma ascolto anche cose nuove che mi permettono di aggiornarmi per le quali ne vale la pena spendere una serata fuori da casa anzicchè subirsi la costante disinformazione televisiva. Credo che tutto ciò sia normale. Anche nei quadri degli artisti c'è sempre qualcosa di "vecchio" nello stile nelle figure ecc.. ma c'è di sicuro sempre anche qualcosa di nuovo. Avessi tempo me li leggerei ugualmente tutti i libri di travaglio..

Anna Maria Travaglia:
illuminante

Piero:
BASTA TRAVAGLIO. Ormai i suoi libri sono una copia continua l'uno dell'altro. Sono un suo fan, ma non si possono comprare tre libri diversi (questo, Onorevoli Wanted, e Mani sporche) per leggere sempre le stesse cose. Gioco che ha fatto anche in passato con altri libri che ho sempre rigorosamente comprato. Mi spiace, ma dopo questo non comprerò più un solo libro nè di Travaglio, nè di Barbaceto, nè di Gomez e nemmeno di Stella. Ormai campano di rendita. Sono entrati nelle grazie dei lettori per il loro giornalismo di "assalto" e adesso non fanno altro che continuare a pubblicare sempre le stesse cose. Ormai la corruzione politica e le varie vicende le conosciamo a memoria. Date le loro capacità mi piacerebbe poter iniziare a leggere qualcos'altro da parte di questi giornalisti. non sempre la solita ministrina, per quanto grave possa essere, trita a ritrita

Domenico :
Marco,permettimi di darti del tù,sei UNICO,sei il più GRANDE di tutti,sei il MIGLIORE di tutti,molti di quelli che si fregiano dell'appellativo di giornalisti non meritano di lustrarti le scarpe,sei un gigante in un mondo di nanetti. Bravo,bravo,bravo continua cosi e fregatene di tutti gli altri. Ho letto tutti i tuoi libri finora usciti è leggerò tutti quelli che usciranno.

Giulia :
Ricordo quando morì Montanelli che pensai al vuoto che avrebbe lasciato. Ora quel vuoto lo sento ancora, ma ho come l'impressione che Marco Travaglio incarni quella profonda onestà e coraggio che tanto adoravo in Montanelli. Quindi grazie Marco! Il mio parere è veramente una goccia nel mare, ma spero con tutto il cuore che tu possa continuare. Una tua lettrice

Riccardo:
Un vero e proprio "Manuale dell'elettore", ci renderà difficile la scelta, ma almeno capiremo per chi NON votare. Visto il ricambio generazionale del nostro parlamento, suppongo che per le prossime elezioni rimarrà comunque uno strumento aggiornato.

Manuela :
Divino come sempre, leggere i suoi libri è sempre un piacere, anche se lentamente si affonda una lama nel cuore, mentre ci si rende conto dello schifo che c'è in parlamento.Dopo averlo letto, era talmente frastornata, che andare a votare è stato veramente un dovere e non un diritto. Se solo l'informazione in Italia fosse così, certi soggetti neanche potrebbero esistere.

Freedom :
Odiavo Travaglio, ero assuefatto dalle palle di Berlusconi and Co. Poi ho aperto gli occhi e mi sono deciso ad affrontare la lettura di quest'ottimo libro, che fa un resoconto di tutti quei (mis)fatti che in tanti anni ci sono stati propinati...l'ho letto prima delle elezioni, ho votato PD, turandomi il naso ma purtroppo non è servito...

Silvio:
Libro ricchissimo di eventi e analisi degli stessi. Marco Travaglio, un talento come pochi in Itala e il suo ultimo capolavoro. Spero che molti leggano questo libro affinchè tutti sappiano il destino che ci aspetta. Grazie Marco

Francesco :
Come al solito Marco Travaglio e Peter Gomez ci offrono un lavoro curato nei minimi particolari. E' un'ottima guida per conoscere chi è che ci governa (sono sicuro che se gli italiani avessero letto il libro prima delle elezioni, non si sarebbe presentato nessuno a votare). Grande Marco continua così...