L'intoccabile

DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "L'intoccabile"
(di Davide Vecchi)

“Berlusconi considera Matteo Renzi il suo unico erede: populista, bugiardo e gattopardesco. Quanto basta.” Dalla prefazione di Marco Travaglio

Tutto in dieci anni. Da anonimo segretario fiorentino della Margherita a presidente del Consiglio. Questo libro racconta LA VERA STORIA DI MATTEO RENZI. La storia degli accordi, dei compromessi e di tutto ciò che muove la sua macchina politica. LA STORIA DEI SOLDI, tantissimi soldi, che arrivano dalle fondazioni create ad hoc per autofinanziarsi e dalle società avviate a scopo puramente personalistico. LA STORIA DELL’INTESA PROFONDA CON VERDINI E BERLUSCONI, che passa anche dalla testimonianza inedita di Diego Volpe Pasini, fedelissimo del Cavaliere (“Berlusconi mi chiese di stilare un programma per vincere le elezioni. La conclusione fu che l’unico erede possibile era Renzi”). LA STORIA DELLA FAMIGLIA DEL PREMIER. Del padre Tiziano, indagato per bancarotta fraudolenta. Dello zio Nicola Bovoli, per anni in affari con l’universo berlusconiano, da Publitalia a Fininvest, che nel 1994 riceve la proposta di candidarsi con Forza Italia (“Segnalai io Matteo a Mike Bongiorno per partecipare alla Ruota della fortuna” rivela per la prima volta). LA STORIA DEI FEDELISSIMI DEL PREMIER, tra cui l’amico di sempre, quel Marco Carrai che lo introduce nel circolo dei poteri forti che lo hanno reso un intoccabile. LA STORIA DELLE INDAGINI DELLA CORTE DEI CONTI sulla gestione spericolata della provincia. CON UNA SEZIONE FINALE DI DOCUMENTI pubblicati per la prima volta integralmente, che restituiscono in maniera nitida le alleanze, le trame finanziarie e i lati meno noti di una carriera fulminante.

Davide Vecchi, giornalista, si occupa principalmente di cronaca giudiziaria e politica. Ha svolto inchieste su Renzi e il potere renziano, con articoli ripresi dai principali media italiani. Ha lavorato per l’Adnkronos e “l’Espresso”. Dal 2010 è a “il Fatto Quotidiano”.

"Matteo Renzi. La vera storia"

autore:
Davide Vecchi
collana: Principio attivo
dettagli: 208 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

L'intoccabile

"Matteo Renzi. La vera storia"

autore:
Davide Vecchi
collana: Principio attivo
dettagli: 208 pagine
prezzo: 13,90 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "L'intoccabile"
(di Davide Vecchi)



“È stato Verdini a consegnarmi a Renzi al ballottaggio.”
Giovanni Galli, candidato sindaco di Firenze per il Pdl nel 2009.
“La sola cosa che siamo certi si potrebbe fare è il coinvolgimento del solo giovane uomo che ci fa vincere: Matteo Renzi.”
Dal documento “Rosa tricolore”, stilato dai vertici del Pdl per vincere le elezioni politiche del 2013.
“Matteo ha partecipato alla Ruota della fortuna perché lo segnalai io a Mike.”
Nicola Bovoli, zio di Renzi, amico di Mike Bongiorno e per anni in affari con Publitalia e Fininvest.
“Nel dicembre 2011 la Corte dei conti e il ministero dell’Economia segnalano numerose irregolarità nella gestione renziana della Provincia dal 2004 al 2009. L’indagine contesta una spesa complessiva di 20 milioni di euro.”
Le indagini fanno riferimento soprattutto alle spese della Provincia per finanziare la Florence Multimedia, società creata da Renzi e guidata dai suoi fedelissimi.
“Scusami, Riccardo, abbi pazienza, Matteo deve andare di corsa a Milano in trasmissione alle Invasioni barbariche, ha bisogno di andarci in elicottero, ce l’hai disponibile?”
Andrea Bacci, presidente del cda della Florence Multimedia, società controllata dalla Provincia di Firenze, al telefono con Riccardo Fusi, titolare dell’azienda di costruzioni Btp, 12 dicembre 2008.
“Senza Denis Verdini ora Renzi chissà cosa farebbe. Gli deve tutto il suo successo. Di sicuro non sarebbe premier.”
Diego Volpe Pasini, tra i più intimi consiglieri di Berlusconi.
“Tra dieci anni questo qui o è presidente del Consiglio o è in carcere.”
Giuseppe Matulli, ex leader democristiano in Toscana e tra i primi sostenitori di Renzi, 2004.




Le vostre recensioni 1 recensioni
5 stelle
 
 (1)
4 stelle
 (0)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


roberta t:
il vero volto di Renzi, la sua scalata al potere, beffando tutto e tutti e a spese della collettività. Soldi che magicamente venivano dirottati in sue società per finanziare non si sa bene cosa ... ma forse si immagina chi! Se pensavate che Berlusconi fosse il peggio capitato nella politica Italiana, dovrete ricredervi. Confrontato a Renzi Berlusconi risulta essere un pivellino.


un pretesto per leggerlo
Tratto da L'intoccabile

Davide Vecchi

“Tra dieci anni questo qui o è presidente del Consiglio o è in carcere.”
Giuseppe Matulli, ex leader democristiano in Toscana e tra i primi sostenitori di Renzi, 2004.