La colata


presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "La colata"
(di Ferruccio Sansa, Andrea Garibaldi, Antonio Massari, Marco Preve, Giuseppe Salvaggiulo)

"Indignatevi, rapidamente. Non lasciate che deturpino il vostro bene più prezioso... Chiamate a raccolta tutti." Luca Mercalli, meteorologo

L'Italia è uno dei paesi più belli al mondo. Ha la maggiore concentrazione di beni culturali e centri storici, le più famose città d'arte. Tutto questo è la nostra ricchezza. Rischiamo di perderla, per sempre. Il partito del cemento avanza e non lo ferma più nessuno. Dal nord al sud la febbre del mattone coinvolge banchieri, cardinali, sindaci, deputati di destra e di sinistra. Tutti vogliono guadagnarci, a partire dai Comuni.

Così la ricchezza degli italiani vola via. Pensate che tra il 1990 e il 2005 sono stati divorati 3,5 milioni di ettari, cioè una regione più grande di Lazio e Abruzzo messi insieme (la Liguria tra il 1990 e il 2005 si è mangiata quasi la metà del territorio ancora libero!). Il tutto a un ritmo di 244.000 ettari all'anno (in Germania 11.000 all'anno).

Ciò nonostante troppi italiani sono senza casa perché mancano gli alloggi "sociali" (solo il 4 per cento sul totale contro il 18 per cento della Francia, il 21 per cento del Regno Unito). Intanto 5500 comuni su 8000 sono a rischio di dissesto idrogeologico. I soldi per il ponte di Messina ci sono, per le frane no.

Gli autori di questo libro sono andati a vedere l'Italia com'è e la raccontano con nomi e cognomi di affaristi, banchieri, cardinali, sindaci e deputati: la Sardegna di nuovo in mano agli speculatori, le Langhe trasformate in shopville, l'invasione di seconde case sulle Alpi (costruiscono persino sulla Marmolada!), il Brenta violentato, gli affari della Chiesa nelle città liguri, le grandi operazioni di Ligresti e dei soliti noti a Milano, di Caltagirone e dei soliti noti a Roma, la storia triste di Bagnoli. Neanche Siena e Firenze vengono risparmiate. E ritorna la febbre da stadi e autodromi, nuove occasioni per ulteriori speculazioni. Ma cosa gliene viene agli italiani di tutto questo? Meno male che non tutti abbassano la testa. Comitati di cittadini si stanno formando in Veneto, Toscana, a Milano, in tanti centri grandi e piccoli. La legge del 1986 che stabilisce le norme per danno ambientale è dalla loro. Per questo adesso molti la vogliono cambiare.

"Il partito del cemento che sta cancellando l'Italia e il suo futuro"

autore:
Ferruccio Sansa,Andrea Garibaldi,Antonio Massari,Marco Preve,Giuseppe Salvaggiulo
collana: Principio attivo
dettagli: 544 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

La colata

"Il partito del cemento che sta cancellando l'Italia e il suo futuro"

autore:
Ferruccio Sansa,Andrea Garibaldi,Antonio Massari,Marco Preve,Giuseppe Salvaggiulo
collana: Principio attivo
dettagli: 544 pagine
prezzo: 16.6 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "La colata"
(di Ferruccio Sansa, Andrea Garibaldi, Antonio Massari, Marco Preve, Giuseppe Salvaggiulo)



"“Da Totò Riina e Bernardo Provenzano ai casalesi. Chi aveva in mano il calcestruzzo ha vinto la lotta per il potere.”"
"“Negli ultimi dieci anni in Campania sono state realizzate 60.000 case abusive, alla media di 6000 ogni anno, 16 al giorno … A Ischia ci sono 120.000 vani abusivi su una popolazione di 60.000 abitanti.”"
Fonte: Legambiente
"“Uno dei fini dell’istituto è di produrre il maggior reddito possibile … Ecco perché l’istituto ha avviato in questi anni alcune operazioni immobiliari.”"
Pietro Tartarotti, soprannominato “don cento milioni”, il sacerdote che presiede l’Istituto di sostentamento del clero di Savona
"“ Noi, con il nostro studio, ogni anno rinunciamo a due, tre progetti. Meglio lavorare meno, ma essere fedeli al proprio spirito … L’interesse di cui l’architetto deve tenere conto è quello pubblico, della città.”"
Renzo Piano, architetto
"“ Il 20 per cento del patrimonio edilizio è fatto di seconde e terze case, tirate su a spese della natura per restare vuote dieci-undici mesi l’anno.”"
"“ Mi sembrano matti tutti… per vincere le elezioni si parla dello stadio a Castello… cazzo, e mandiamo lì 1500 appartamenti… boh…”"
Andrea Bottinelli, presidente del Consorzio Castello, sul nuovo stadio di Firenze voluto da Della Valle e dall’ex sindaco Domenici all’interno di un progetto che comprende la costruzione di appartamenti, alberghi, uffici. L’area viene sequestrata dalla magistratura nel 2008.
"“Il cemento, più di ogni altro affare, mette insieme tutto e tutti. Ed espelle i pochi corpi estranei.”"
"“L’unico modo per farmi tacere è ammazzarmi.”"
Peppino Basile, consigliere comunale e provinciale per l’Italia dei valori a Ugento. Ucciso con 19 coltellate nel 2008. Si batteva contro la speculazione edilizia sulle coste salentine
"“Evitiamo di dire che si fa una speculazione edilizia. Le aziende per sopravvivere devono guadagnare. Non siamo la Banca d’Italia…”"
Salvatore Ligresti, che sta costruendo il centro d’eccellenza Cerba di biotecnologie nel Parco Sud di Milano e punta attraverso le sue società alla valorizzazione di cascine e aree verdi alla periferia della città




Le vostre recensioni 3 recensioni
5 stelle
 
 (1)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 
 (1)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Walter:
Valido, ma macchinoso. Questo libro ha il pregio della completezza, ma è troppo lungo e di difficle consultazione. I fatti vanno bene, ma biosgna saperli raccontare, altrimenti non si cattura l'attenzione del lettore. Una maggiore sintesi avrebbe di certo giovato.

Laura Maiocchi:
Apriamo gli occhi! Politici e speculatori stanno erodendo il futuro nostro e quello delle prossime generazioni. Questo libro è una fotografia impietosa, che non lascia spazio ad attenuanti. L'unica reazione possibile è una poderosa presa di coscienza, e la rivoluzione pacifica a difesa del territorio e dell'avvenire.

valentina simona bufano:
voto 8 libro ultra completo e da leggere e da tenere sul comodino nonostante la mole imponente, non ci si annoia un attimo e scorre via cose che si devono sapere un libro che insegna tante cose tipo che i politici sono tutti uguali e che comanda il dio Denaro


un pretesto per leggerlo
Tratto da La colata

Ferruccio Sansa,Andrea Garibaldi,Antonio Massari,Marco Preve,Giuseppe Salvaggiulo

"“Evitiamo di dire che si fa una speculazione edilizia. Le aziende per sopravvivere devono guadagnare. Non siamo la Banca d’Italia…”"
Salvatore Ligresti, che sta costruendo il centro d’eccellenza Cerba di biotecnologie nel Parco Sud di Milano e punta attraverso le sue società alla valorizzazione di cascine e aree verdi alla periferia della città