I segreti di Bologna

DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "I segreti di Bologna"
(di Rosario Priore,Valerio; Cutonilli)

“La verità non ha tempo: non è mai troppo tardi per raccontarla.
Non è mai troppo tardi per mettere insieme tutti i tasselli di un mistero di Stato.”

In appendice documenti “riservatissimi” mai resi pubblici

È arrivato il momento, dopo trentasei anni, di spiegare fatti rimasti finora in sospeso. Gli italiani hanno assistito inermi ad attentati di ogni genere: omicidi di militanti politici, poliziotti, magistrati. E stragi crudeli, terribili, come quella alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 che causò 85 morti e 200 feriti e che, nonostante la condanna definitiva dei tre autori, continua a essere avvolta nel mistero. Dopo interminabili indagini giudiziarie e rinnovate ipotesi storiografiche, gli autori di questo libro, esaminando i materiali delle commissioni Moro, P2, Stragi, Mitrokhin, gli atti dei processi e degli archivi dell’Est, e documenti “riservatissimi” mai resi pubblici, hanno tracciato una linea interpretativa sinora inedita, restituendo quel tragico evento a una più ampia cornice storica e geopolitica, senza la quale è impossibile arrivare alla verità.
La loro inchiesta chiama in causa la “doppia anima” della politica italiana, le contraddizioni generate dalla diplomazia parallela voluta dai nostri governi all’inizio degli anni Settanta e, in particolare, lo sconvolgimento degli equilibri internazionali provocato dall’omicidio di Aldo Moro, vero garante di un patto con il Fronte popolare per la liberazione della Palestina finalizzato a evitare atti terroristici nel nostro paese. Senza questo viaggio a ritroso nel tempo è impossibile capire la stagione del terrorismo italiano culminata nell’esplosione del 2 agosto 1980.

Rosario Priore è stato uno dei magistrati più impegnati a ricercare la verità sul terrorismo in Italia, soprattutto nelle sue matrici internazionali. Molte le inchieste da lui condotte: Ustica, Moro, l’attentato a papa Giovanni Paolo II, le stragi di stampo mediorientale. Ha fatto parte di commissioni internazionali sul terrorismo e la criminalità organizzata. È autore di libri di successo, tra cui “Intrigo internazionale” (con Giovanni Fasanella, Chiarelettere 2010), “Chi manovrava le Brigate rosse?” (con Silvano De Prospo, Ponte alle Grazie 2011), “La strage dimenticata” (con Gabriele Paradisi, Imprimatur 2015).

Valerio Cutonilli, avvocato, da anni è impegnato a ricercare la verità sulla strage di Bologna. è autore di “Acca Larentia. Quello che non è stato mai detto” (con Luca Valentinotti, Trecento 2010) e di “Strage all’italiana” (Trecento 2007).

"La verità sull’atto terroristico più grave della storia d’Italia"

autore:
Rosario Priore,Valerio; Cutonilli
collana: Principio attivo
dettagli: 288
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

I segreti di Bologna

"La verità sull’atto terroristico più grave della storia d’Italia"

autore:
Rosario Priore,Valerio; Cutonilli
collana: Principio attivo
dettagli: 288
prezzo: 16 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "I segreti di Bologna"
(di Rosario Priore,Valerio; Cutonilli)



Gli organi di polizia sono subito invitati a indagare sull’estrema destra. Non vengono indicate altre strade da percorrere.
Il nostro governo ha stipulato un patto segreto con gruppi che hanno armato le Br… È proprio l’imbarazzante groviglio di rapporti tra Br, fedayyìn e servizi segreti italiani a spiegare l’insistenza con cui il Sismi negherà credibilità a Patrizio Peci.
La ragione di Stato, o di partito, appare oggi un alibi abbondantemente scaduto. C’è un solo modo, del resto, per scoprire la verità sulla strage di Bologna: cercarla.
La strage di Bologna costituirebbe un atto di rappresaglia del Fronte popolare per la liberazione della Palestina (Fplp), eseguito materialmente dal gruppo Carlos, per la violazione del lodo Moro da parte delle autorità italiane.
Ufficialmente il lodo Moro non è mai esistito. Ancora oggi l’accordo di sicurezza con la resistenza palestinese viene negato in modo risoluto, soprattutto dai rappresentanti delle istituzioni che hanno concorso alla sua stipulazione.




Le vostre recensioni 0 recensioni
5 stelle
 (0)
4 stelle
 (0)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it



un pretesto per leggerlo
Tratto da I segreti di Bologna

Rosario Priore,Valerio; Cutonilli

Ufficialmente il lodo Moro non è mai esistito. Ancora oggi l’accordo di sicurezza con la resistenza palestinese viene negato in modo risoluto, soprattutto dai rappresentanti delle istituzioni che hanno concorso alla sua stipulazione.