I padroni del mondo


Luca Ciarrocca presenta il libro
DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "I padroni del mondo"
(di Luca Ciarrocca)

“Perché mai, noi cittadini che lottiamo per sopravvivere, dobbiamo essere condizionati da debiti creati da una élite al potere che li ha contratti a nostre spese?”
Murray Newton Rothbard, economista, storico, filosofo dell’anarcocapitalismo


Un club esclusivo di poche migliaia di persone, non elette democraticamente, che decide i destini di intere popolazioni, in grado di manipolare i mercati finanziari e di imporsi sulla politica e sugli Stati. Chi sono, come agiscono e quali obiettivi hanno i banchieri - i famigerati bankster - che guidano i giochi delle banche centrali e vivono sulle spalle della classe media e dei ceti più poveri?
Il libro di Ciarrocca riesce a mappare il genoma della finanza mondiale attraverso la rete di società finanziarie e industriali che di fatto controllano l’economia mondiale, e ne denuncia la pericolosità. Ecco come i grandi istituti commerciali azionisti delle banche centrali, innanzitutto la Federal Reserve e la Bce, riescono a veicolare le informazioni e a tirare le fila del capitalismo mondiale. Il prezzo di materie prime, azioni, obbligazioni, valute, non è frutto di una contrattazione libera, quella è solo una messa in scena. La realtà è ben diversa: sono i bankster a condurre il gregge dei piccoli risparmiatori e dei contribuenti, complici le agenzie specializzate come Moody’s e Standard & Poor’s e i governi loro alleati, pronti a scaricare sulla collettività il peso delle crisi e l’onere di generare nuovo cash. Come uscirne? La proposta c’è, e l’autore ce la illustra. I cittadini sarebbero finalmente svincolati dai diktat della finanza, e i governi non dovrebbero più cedere il potere di creare moneta alle grandi banche commerciali, la cui influenza sarebbe ampiamente ridimensionata. Una rivoluzione dalla parte della gente che lavora e dell’economia reale.


Luca Ciarrocca, giornalista, ha vissuto e lavorato molti anni a New York, dove nel 1999 ha fondato Wall Street Italia, sito indipendente di economia, finanza, politica e news. Nel 1997 ha vinto il premio di giornalismo Premiolino. Ha pubblicato il libro INVESTIRE IN TEMPO DI GUERRA (Nutrimenti) in cui si racconta la mattina dell’11 settembre 2001, quando Wall Street Italia ha dato per primo al mondo la notizia dell’attacco dei terroristi di Al Qaeda ai grattacieli del World Trade Center.

"Come la cupola della finanza mondiale decide il destino dei governi e delle popolazioni"

autore:
Luca Ciarrocca
collana: Principio attivo
dettagli: 256 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

I padroni del mondo

"Come la cupola della finanza mondiale decide il destino dei governi e delle popolazioni"

autore:
Luca Ciarrocca
collana: Principio attivo
dettagli: 256 pagine
prezzo: 13.90 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "I padroni del mondo"
(di Luca Ciarrocca)



“Chi guida i giochi nelle banche centrali e nei grandi istituti commerciali sono gli innominati che qui chiamiamo bankster, neologismo in Italia tabù – nato dalla fusione di banker e gangster.”
“Dei vari modi per organizzare il sistema bancario, il peggiore è quello che abbiamo oggi.”
Sir Mervyn Allister King, governatore della Banca d’Inghilterra dal 2003 al 2013
“Esiste una soluzione per risolvere i guai delle società e delle economie occidentali... Non esiste alcuna giustificazione per non perseguire le riforme e i cambiamenti proposti da Positive Money, che costituiscono un beneficio per la maggior parte dei cittadini e provocano conseguenze negative soltanto a una minuscola élite di potere: quella che oggi è padrona del mondo.”
“I capitali in circolazione derivano dai profitti prelevati alla classe media; sono veramente i soldi della gente comune a generare il cash che poi arricchisce le caste.” “Il cervello, o cuore, del capitalismo contemporaneo risiede in 1318 aziende, in tutto il mondo, che hanno assetti azionari incrociati. Meno dell’1 per cento delle multinazionali guida il 40 per cento del totale.”
James B. Glattfelder, Politecnico federale di Zurigo.
“I controllori sono tutt’uno con i controllati, la Federal Reserve e l’omologa Banca centrale europea hanno come azionisti le più potenti banche commerciali governate da azionisti privati.”
“Il capitalismo finanziario non funziona perché i governi hanno ceduto la responsabilità della creazione di moneta alle banche. E non a quelle centrali, ma agli istituti di credito privati, le grandi Tbtf.”
“Non c’è speranza di vivere in uno scenario economico stabile e prospero finché l’offerta di moneta dipende interamente dalle attività di prestito delle banche. I bankster sono quasi sempre a caccia di profitti a breve.”




Le vostre recensioni 10 recensioni
5 stelle
 
 (6)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 
 (3)
2 stelle
 (0)
1 stella
 (0)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Gilberto Caon:
Libro potente, originale, scritto con perizia e ottimamente: un vero pugno allo stomaco. Uno spaccato preciso e attento di chi governa davvero in Italia e nel mondo. Non si ha menzione di un lavoro e di una raccolta dati così esaustiva e particolarmente approfondita. Un libro destinato a divenire, tra 10 anni, punto di riferimento per gli storici e gli economisti.

GiuseppeLuigi:
Utile. Chiaro. Illuminante

Renato Satta:
Ottimo libro che ci aiuta a capire con semplicità come funziona il mondo della finanza individuandone le storture e fornendoci diversi spunti per dare vita a un cambiamento epocale. Assolutamente da leggere e diffondere

Lavinia Branca:
Padroni del Mondo e’ una fonte di informazione importante, utile e di forte impatto sulla vita di tutti noi. Da non mancare per chi cerca di capire il sistema finanziario che ci governa. E cosa ci aspetta nel futuro La struttura narrativa del libro e’ limpida e logica, la scrittura scorre e l’indice dei capitoli e sotto capitole ne rende facile la lettura. Grazie, Sig Ciarrocca per il lavoro, per le idee e per le soluzioni che lei espone. Magari qualcuno ascoltera’....

Guido Albi Marini :
Sono un divoratore di gialli e di libri di fiction su catastrofi future. Ma a confronto di quello che leggo nel libro di Ciarrocca, i miei libri sono una passeggiata in campagna. Scritto con stile giornalistico, ben documentato e chiaro, è una bussola nel nostro diritto alla conoscenza di chi e cosa ci circonda ed è uno dei passi obbligatori per iniziare a riflettere con le giuste informazioni per cercare di difenderci dall' assurdo voluto da chi vorrebbe "possederci"

Lidia D.:
Lavoro in una multinazionale e non avevo mai trovato finora una spiegazione tanto coerente e chiara dei massimi sistemi che governano il sistema economico e bancario mondiale. Un'architettura tale che le decisioni fanno TUTTE capo a un'oligarchia di potere avida e cieca, che scarica su noi cittadini gli oneri. Consiglio "I padroni del mondo" come testo per capire l'Economia, scritto anche in modo super accessibile e accattivante, come una storia.

Paola Gargiulo:
Questo libro è una piccola opera d'impronta cubista; semplifica le forme in volumi geometrici puri, rappresenta simultaneamente l'oggetto, é tridimensionale nella rappresentazione del grande imbroglio PALOMA

Filippo:
Un vero e proprio atto d'accusa al sistema economico-finanziario che governa il mondo; un tour de force della mente che fa venire la voglia di riscoprire un pò di vera economia reale. Da leggere.

Gianmaria:
Il mistero della "democrazia finanziaria" è mostrato senza filtro in questo libro di Luca Ciarrocca.

Luca:
Poche persone che governano il mondo. Sembra una storia di fantascienza medievale, ma è la fotografia del mondo di oggi.


un pretesto per leggerlo
Tratto da I padroni del mondo

Luca Ciarrocca

“Non c’è speranza di vivere in uno scenario economico stabile e prospero finché l’offerta di moneta dipende interamente dalle attività di prestito delle banche. I bankster sono quasi sempre a caccia di profitti a breve.”