La figlia del papa

DI COSA PARLA
Quarta di copertina
del libro "La figlia del papa"
(di Dario Fo)

“In tutte le storie famose, come quella dei Borgia, si trovano sempre diverse versioni del dramma.
Nella maggior parte dei casi, però, si scopre un intento deformante, soprattutto dal punto di vista storico. Personalmente non ho fatto altro che ricercare la verità.” Dario Fo

Figlia di un papa, tre volte moglie (un marito assassinato), un figlio illegittimo… tutto in soli 39 anni, in pieno Rinascimento. Una vita incredibile, da raccontare. Ci hanno provato scrittori, filosofi, storici. Di recente sono state dedicate a Lucrezia serie televisive di successo in Italia e all’estero. Ora, eccezionalmente, il premio Nobel Dario Fo, staccandosi da ricostruzioni scandalistiche o puramente storiche, ci rivela in un romanzo tutta l’umanità di Lucrezia liberandola dal cliché di donna dissoluta e incestuosa e calandola nel contesto storico di allora e nella vita quotidiana. Ecco il fascino delle corti rinascimentali con il papa Alessandro VI, il più corrotto dei pontefici, il diabolico fratello Cesare, e poi i mariti di Lucrezia, cacciati, uccisi, umiliati, e i suoi amanti, primo fra tutti Pietro Bembo, con il quale condivideva l’amore per l’arte e, in particolare, per la poesia e il teatro. Tutti pedine dei giochi del potere, il più spietato. Una vera accademia del nepotismo e dell’osceno, tra festini e orge. Come oggi. Perché il romanzo della famiglia dei Borgia è soprattutto la maschera del nostro tempo che, visto attraverso il filtro di quel periodo, ci appare ancora più desolante e corrotto.


Dario Fo, premio Nobel per la letteratura nel 1997, continua ad avere larga popolarità in Italia e all’estero. Grandissimo il successo del libro con Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, Il Grillo canta sempre al tramonto (Chiarelettere 2013), e del suo tour nelle grandi città per presentare in forma di spettacolo il libro-testimonianza di Franca Rame, In fuga dal Senato (Chiarelettere 2013). Tra le altre sue opere, L’amore e lo sghignazzo, La Bibbia dei villani, Una vita all’improvvisa e L’apocalisse rimandata, tutte pubblicate da Guanda. Il suo teatro politico rimane un modello per le nuove generazioni.
autore:
Dario Fo
collana: Narrazioni
dettagli: 208 pagine
condividi
stampa dettagli
Acquista su IBS

La figlia del papa

""

autore:
Dario Fo
collana: Narrazioni
dettagli: 208 pagine
prezzo: 13,90 €

PRETESTI PER LEGGERLO
del libro "La figlia del papa"
(di Dario Fo)



“In tutte le storie famose, come quella dei Borgia, si trovano sempre diverse versioni del dramma. Nella maggior parte dei casi, però, si scopre un intento deformante, soprattutto dal punto di vista storico. Personalmente non ho fatto altro che ricercare la verità.”
Dario Fo




Le vostre recensioni 3 recensioni
5 stelle
 
 (1)
4 stelle
 
 (1)
3 stelle
 (0)
2 stelle
 (0)
1 stella
 
 (1)

FAI LA TUA RECENSIONE

Vota e scrivi la recensione





Numero di caratteri disponibili: 500
 Privacy: ho preso visione della nota informativa.

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere, in qualità di responsabile del Blog è l’unico soggetto che può aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Chiarelettere, in persona del legale rappresentante pro tempore, con Via Melzi d'Eril 44 - 20154 Milano e.mail: info@chiarelettere.it


Vittorio Caleffi:
Tanta Ferrara, la mia città, in questo romanzo, troppa per non essere condizionato nel giudizio.. che però è assolutamente favorevole. Tanta storia per capire le miserie di sempre, tra lotte di potere, vizi e abusi... e pochissime virtù. Leggetelo!!!!

suzanne merian:
Passa il tempo e passano i secoli ma i problemi rimangono. Il libro è un mix di dati storici e deliziosi dialoghi immaginati. L'ho letto con piacere e lo regalerò. Anche il prezzo è ragionevole.

Fabio Castellarin:
Che delusione! Non è un saggio storico, né un romanzo e neppure un testo teatrale e, in più, senza alcun finale. Sconnesso, parziale, aneddotico, con dialoghi improbabili e personaggi senza profondità psicologica. Il librino pretende solo di affermare l'incongrua innocenza di una fanciulla usata dalle oscure trame di padre e fratello. Come se non fosse ricca, potente, intelligente e spregiudicata: abbandona un figlio ma contro la sua volontà, ovviamente, tradisce il marito ma solo perché è da lui trascurata. Sembra solo un'operazione commerciale, veramente indegna per un premio Nobel.


un pretesto per leggerlo
Tratto da La figlia del papa

Dario Fo

“In tutte le storie famose, come quella dei Borgia, si trovano sempre diverse versioni del dramma. Nella maggior parte dei casi, però, si scopre un intento deformante, soprattutto dal punto di vista storico. Personalmente non ho fatto altro che ricercare la verità.”
Dario Fo