Anna Vinci

Libri scritti per Chiarelettere:
La P2
La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi
seguilo su
Anna Vinci è nata a Roma, dove vive e lavora. Scrittrice, tra i suoi romanzi ricordiamo: L’usuraia (Edizioni Associate, Roma 1996), Marta dei vocabolari (Ila Palma, Palermo 1994), Restituta del porto (Voland, Roma 2002). Tra i suoi saggi: Tina Anselmi, storia di una passione politica (Sperling & Kupfer, Milano 2006), La politica con il cuore (con Stefania Pezzopane, Castelvecchi, Roma 2010). Come autrice, regista e conduttrice, ha lavorato alla radio, in programmi d’informazione. In televisione si è occupata di programmi culturali intervistando scrittori e scrittrici, tra cui Natalia Ginzburg, Dacia Maraini, Vasco Pratolini, Gore Vidal, Jorge Amado, Alberto Moravia, Mario Soldati, nell’ambito di una serie sui grandi scrittori del Novecento. È inoltre autrice televisiva di trasmissioni sulla storia culturale, sociale e politica del nostro paese, come «I migliori anni della nostra vita», e di trasmissioni di invito alla lettura dei classici, come «Macondo». Ha scritto e diretto il video Leggere la Costituzione con i bambini, con la partecipazione straordinaria del presidente Carlo Azeglio Ciampi. Per il teatro ha scritto e messo in scena, da un suo testo satirico liberamente ispirato alla vita di Silvio Berlusconi, Il Signore del Sorriso, rappresentato anche alla Comédie française di Parigi. Nel 2009-2010 è andata in scena la sua pièce La terra senza, prodotta dal Teatro stabile di Catanzaro.
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

i miei articoli da

LA POLITICA SOTTO RICATTO. MENTRE ALEGGIA L'OMBRA DELLA P2...
4 Maggio 2013
Si sente dire in giro, da più parti: 'In gamba, certo, Letta il giovane... quasi meglio dello zio.' E mi viene da pensare che in quel quasi sia racchiuso l'ultimo atto di uno spettacolo imbastito da un comico di quart'ordine che, al di là delle sue stesse aspettative, ha occupato tutta la scena di questo povero, infelice paese da vent'anni: Italia a pezzi, Italia d'avanspettacolo, senza la dignità dell'avanspettacolo che non ambiva a governare le sorti di una... continua >>
Le elezioni e il senso (smarrito) delle parole
28 Febbraio 2013
Il nostro è un paese che dà l'impressione di aver smarrito il significato delle parole. Forse, dovrei dire svenduto. A chi? Ogni volta che cerco di orientarmi nella nostra quotidianità, non posso esimere dal farmi accompagnare dall'inizio del racconto di Thomas Mann: Mario e il Mago*, prezioso libro che riscalda e dà speranza. 'L'atmosfera stessa di Torre di Venere era inquinata: sovreccitazione, irritabilità, umor agro, appesantivano l'aria sino dal principio; e il collasso, da ultimo, avvenne con il... continua >>
The Lady No, la signora... Monti
6 Gennaio 2013
E così, il premier in loden ha deciso di "salire" nell'agone politico, dimostrandosi subito all'altezza di reggere il confronto con gli avversari, già a livello semantico. L'ostentata sobrietà del Professore è stata decisamente oscurata da termini come "silenziare" e dalla sottile ironia sulla "statura" dell'ex ministro Brunetta. In ragione di questi mutamenti, ci sembra dunque utile riportare all'attenzione un articolo di Anna Vinci, che pubblicammo già il 16 Aprile dello scorso anno, circa l'intervista (ripresa da pochissimi) che... continua >>

il questionario di Proust

Come sono attraverso il noto questionario di Marcel Proust
Il tratto principale del mio carattere
Tigna, a Roma, la tenacia la chiamiamo così.
La qualità che desidero in un uomo
Il coraggio.
La qualità che preferisco in una donna
Il coraggio.
Quel che apprezzo di più nei miei amici
L'ironia.
Il mio principale difetto
La tigna. A volte una porta basta sospingerla, è soltanto socchiusa.
La mia occupazione preferita
IOziare, quando posso, al mare o in campagna e in compagnia delle persone che amo, ma anche da sola.
Il mio sogno di felicità
Vivere.
Quale sarebbe, per me, la più grande disgrazia
Perdere uno dei miei tre figli, l'ho appena scritto e già non voglio più pensarci.
Quel che vorrei essere
Oggi, quella che sono.
Il paese dove vorrei vivere
Una città-paese che sia un misto tra Parigi, Roma e un'isola mediterranea.
Il colore che preferisco
Rosso.
Il fiore che amo
Le roselline di bosco.
L'uccello che preferisco
L'usignolo.
I miei autori preferiti in prosa
Dostoievsky, Stendhal, Maupassant, Thomas Mann, Racine.
I miei poeti preferiti
Emily Dickinson, Borges, Leopardi.
I miei eroi nella finzione
Pippo, Eta Beta, I poveri in Miracolo a Milano, di De Sica.
Le mie eroine preferite nella finzione
Sharāzād, Nonna Papera, Campanellino.
I miei compositori preferiti
Debussy, Mozart, Cori sacri (anche anonimi).
I miei pittori preferiti
Goya, Chagall, Caravaggio.
I miei eroi nella vita reale
Le madri e i padri dei figli colpiti da mali incurabili: capaci di tenerezze infinite.
Le mie eroine nella storia
Anna Politkovskaja, Anna Frank.
I miei nomi preferiti
Lucia, Pietro.
Quel che detesto più di tutto
L'arroganza dei mediocri.
I personaggi storici che disprezzo di più
I despoti e i corrotti.
L'impresa militare che ammiro di più
Le campagne napoleoniche... ma poi penso ai morti e non riesco ad apprezzare il genio militare.
La riforma che apprezzo di più
Il voto alle donne.
Il dono di natura che vorrei avere
Saper cantare.
Come vorrei morire
Come è morto mio padre, mi ha sorriso e poi ha chiuso gli occhi. Ma io, ne sarò capace?
Stato attuale del mio animo
Libero.
Le colpe che mi ispirano maggiore indulgenza
Quelle compiute per sfamare i propri figli.
Il mio motto
La vita è troppo sacra per prenderla sul serio.

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da La P2

Anna Vinci

La P2: 12 generali dei Carabinieri, 5 generali della Guardia di finanza, 22 generali dell'Esercito, 4 generali dell'Aeronautica militare, 8 ammiragli, direttori e funzionari dei vari servizi segreti, 44 parlamentari, 2 ministri dell'allora governo, un segretario di partito, giornalisti, imprenditori, faccendieri, magistrati...