Elena Valdini

Libri scritti per Chiarelettere:
Ai bordi dell'infinito
Strage continua
Tourbook
seguilo su
È nata a Piacenza nel 1981. Giornalista pubblicista, laureata in storia contemporanea con una tesi sul rapporto tra intellettuali e terrorismo negli anni Settanta. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche, soprattutto «Il Giorno», occupandosi spesso di cronaca nera, quindi di scontri stradali. Dal 2004 segue i progetti editoriali della Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus per conto della quale ha curato il volume Volammo davvero. Un dialogo ininterrotto (Rizzoli/Bur, 2007). Per Chiarelettere ha pubblicato nel 2008 "Strage continua"; E' stata curatrice del volume "Tourbook" (Chiarelettere 2009) e "Ai bordi dell'infinito"(Chiarelettere 2012).
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

i miei articoli da

"Le parole di De André ci aiutano a capire le nostre cose e anche quelle del mondo"
16 Maggio 2012
Riporto anche qui un'intervista rilasciata a Tempostretto, a cura di Francesco Musolino. Fabrizio De André, le sue passioni, le sue parole e soprattutto la sua vena ispiratrice sono al centro del libro Ai bordi dell'Infinito (Chiarelettere, pp.256), a cura della giornalista e scrittrice, Elena Valdini per la Fondazione De André Onlus. Un libro composto da una ricchissima raccolta di saggi e testimonianze che ruotano attorno alle parole e al pensiero di Fabrizio De André, rilasciate da grandi esponenti... continua >>
IL REATO DI OMICIDIO STRADALE
2 Maggio 2012
Quante sono le vittime della strada oggi in Italia? Perché l'attenzione mediatica è così bassa, in rapporto all'ampiezza, e alla tragicità, dei numeri? L'ultimo rapporto Istat Aci parla di 11 morti al giorno. Quando ho scritto "Strage continua", edito da Chiarelettere nel 2008, erano 16 morti ogni giorno. Paradossalmente, al contrario di quanto si possa pensare, i luoghi più pericolosi non sono le autostrade, ma i centri urbani: il 50% delle vittime della strada muore nel cuore delle... continua >>
Un corteo per Sonia
14 Febbraio 2011
In Italia ogni giorno dodici persone perdono la vita in scontri stradali, due di questi stanno semplicemente camminando, verosimilmente attraversano la strada. Al contempo, ogni giorno, in Italia, circa cinquanta persone riportano ferite gravissime, per esempio perdono l'uso delle braccia o delle gambe, nei casi peggiori di entrambe. È una strage continua che si consuma ogni giorno sotto i nostri occhi; e i nostri occhi che fanno? Lacrimano, forse? Si appannano? oppure si chiudono? o, peggio, guardano altrove?... continua >>

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da Ai bordi dell'infinito

Fondazione Fabrizio De Andre Onlus

Ebbi ben presto abbastanza chiaro che il mio lavoro doveva camminare su due binari: l'ansia per una giustizia sociale che ancora non esiste e l'illusione di poter partecipare, in qualche modo, a un cambiamento del mondo. La seconda si è sbriciolata ben presto, la prima rimane.

Fabrizio De André