Luca Steffenoni

Libri scritti per Chiarelettere:
Presunto colpevole
seguilo su
Luca Steffenoni, criminologo milanese, svolge la sua attività di studioso e consulente in collaborazione con enti e istituzioni nazionali e comunitarie. Libero professionista, partecipa a ricerche della Comunità europea nel campo della prevenzione, della vittimologia, dei flussi migratori e della recidiva dei padri incestuosi. Si è occupato tra l’altro di linguaggio e di comunicazione del messaggio preventivo per campagne di sensibilizzazione sociale nei paesi europei ed è consulente per autori che si cimentano nell’ambito letterario a sfondo criminologico. Ha diretto il Centro di ricerca e counseling Psicologia e Benessere ed è stato redattore della rivista «Delitti & Misteri»: insieme a molti dei più interessanti tra gli scrittori noir e giallisti italiani (tra gli altri Andrea G. Pinketts, Carlo Lucarelli e Massimo Carlotto), ha scritto di delitti classici e di numerosi temi di attualità criminale. Nel 2009 ha pubblicato con Chiarelettere il libro "Presunto colpevole". Nel 2011 ha pubblicato "Nera. Come la cronaca nera cambia i delitti" (San Paolo edizioni). Nel 2013 ha pubblicato l'ebook "Melania Rea - L'assassino alle spalle" (Adagio).
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

i miei articoli da

Guido Galli e la memoria
22 Aprile 2013
In primavera ci si sente più leggeri, si butta finalmente nell'armadio il peso dei cappotti e del grigiore invernale. Cambiano un po' le abitudini e volentieri si allunga la strada per attraversare un parco o un semplice giardinetto. Quando esco dall'edificio nel quale sono nato e nel quale abita ancora mia madre, in piazzale Susa a Milano, non evito più lo sterrato e le aiuole, ma preferisco allungare il percorso pur di respirare per un breve tratto il... continua >>
YARA GAMBIRASIO: UN VICOLO CIECO
3 Ottobre 2012
Dall'inchiesta per l'assassinio di Yara Gambirasio, la ragazzina di Brembate di Sopra uccisa un anno e dieci mesi fa, continuano ad emergere le più fantasiose piste. La ricerca del colpevole si sta concretizzando in quello che in ogni romanzo noir si definirebbe "un vicolo cieco". L'ultima arditissima supposizione degli inquirenti è che il dna dei figli di un uomo morto a Gorno nel 1999, possa portare alla compatibilità con quello che è stato prelevato dagli indumenti della povera... continua >>
LA LIBERTA' E LA FRUSTA
1 Settembre 2012
La notizia è di quelle che possono essere bypassate con un sorriso amaro, possono far scuotere la testa o possono suscitare commenti morbosetti sulla vita intima delle persone. In breve, una commessa di Padova sposata da dieci anni con un uomo parecchio più anziano, dopo aver lasciato il marito, lo denuncia prima per stalking e poi per violenze vere e proprie. E dove sta la notizia, direte voi? La novità di questa storia è che quando i due... continua >>

il questionario di Proust

Come sono attraverso il noto questionario di Marcel Proust
Il tratto principale del mio carattere
La socievolezza
La qualità che desidero in un uomo
Saper guardare oltre l'orizzonte
La qualità che preferisco in una donna
Non cercare di essere un maschio
Quel che apprezzo di più nei miei amici
La pazienza nei miei confronti
Il mio principale difetto
L'egocentrismo
La mia occupazione preferita
IConversare e fantasticare
Il mio sogno di felicità
Vivere in un Paese ideale nel quale il fine comune sia ampliare le libertà individuali
Quale sarebbe, per me, la più grande disgrazia
Non avere l'amore di mia figlia
Quel che vorrei essere
Un uomo che sa comunicare emozioni
Il paese dove vorrei vivere
In un paese del nord Europa con il clima di Roma
Il colore che preferisco
Il blù
Il fiore che amo
I fiori di campo
L'uccello che preferisco
La rondine
I miei autori preferiti in prosa
Pier Vittorio Tondelli, Cesare Pavese, Stendhal, Nick Hornby, Andrea Vitali non necessariamente in quest'ordine
I miei poeti preferiti
Banalmente, il Sommo Poeta e i classici greci
I miei eroi nella finzione
I Fantastici Quattro, solo che adesso me ne uccidono uno e non so ancora chi è.
Le mie eroine preferite nella finzione
Lisa Simpson, un'adorabile rompiballe
I miei compositori preferiti
19. Mozart e Keith Richards (e non ammetto discussioni sulla sua non appartenenza al mondo dei grandi compositori)
I miei pittori preferiti
Hopper, Felipe Cardena, Marco Petrus, Grant Wood
I miei eroi nella vita reale
Non ho eroi e vivo abbastanza bene lo stesso ma se proprio devo pensare a qualcuno direi Olof Palme ex primo ministro svedese.
Le mie eroine nella storia
Antigone, Maria Teresa d'Austria, Semiramide regina di Babilonia (anche se con le biografie, non si sa mai dove si va a finire...)
I miei nomi preferiti
Valentina, Giulia, Marco
Quel che detesto più di tutto
Il moralismo e l'ipocrisia. Che spesso coincidono.
I personaggi storici che disprezzo di più
Tutti i dittatori
L'impresa militare che ammiro di più
Lo sbarco in Normandia
La riforma che apprezzo di più
L'assistenza sanitaria per tutti
Il dono di natura che vorrei avere
Il carisma
Come vorrei morire
Fondamentalmente non vorrei morire, ma se proprio devo, nel sonno con un pigiama stirato di fresco
Stato attuale del mio animo
Intimista con qualche accenno di creatività
Le colpe che mi ispirano maggiore indulgenza
Tutte quelle legate al piacere dei sensi
Il mio motto
Il grado di libertà di un uomo si misura dall'intensità dei suoi sogni. (rubato ad Alda Merini)

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da Presunto colpevole

Steffenoni Luca

"Più conosci il sistema, più lo eviti… Ho visto troppi pareri richiesti a centri antiabuso finiti con i carabinieri sotto casa." Dalla testimonianza anonima di un pediatra.