Franco Stefanoni

Libri scritti per Chiarelettere:
I veri intoccabili
seguilo su
Franco Stefanoni (1965), milanese, ha cominciato a fare il giornalista nei primi anni Novanta per il mensile «Società civile» fondato da Gianni Barbacetto e Nando dalla Chiesa, occupandosi di tematiche sociali, di Tangentopoli e di criminalità organizzata nel Nord Italia. Ha collaborato con «l’Unità», «Avvenimenti», «Diario», «l’Europeo», «Affari & Finanza», «Corriere lavoro», «Corriere soldi» e «il Mondo», della cui redazione fa parte dal 1998. Ha seguito inchieste su malaffare finanziario, truffe e crac aziendali, misteri e misfatti dei potenti dell’economia italiana. Negli anni Duemila si è dedicato ai colletti bianchi e ai liberi professionisti, inventando un genere e gestendo una seguitissima rubrica di retroscena, malcostumi e indiscrezioni su studi e ordini di categoria, poi presa a esempio e riferimento da molta stampa. Ha pubblicato per Editori Riuniti Mafia a Milano. Quarant’anni di affari e delitti (1996) insieme a Mario Portanova e Giampiero Rossi; Manicomio Italia. Inchiesta su follia e psichiatria (1998); Finanza in crac. Trent’anni di grandi truffe e risparmio tradito (2004). Dall’esperienza maturata nel campo delle professioni, e in particolare degli avvocati, è nato nel 2007 Il codice del potere. Storie, segreti e bugie della più influente élite professionale (Melampo). Nel 2008, per la stessa casa editrice, ha pubblicato Il finanziere di Dio. Gli affari e l’Opus Dei, l’intrigo e l’omicidio, dedicato al caso di Gianmario Roveraro, mentre nel 2011 è tornato con Portanova e Rossi sulle vicende di crimine organizzato con il nuovo Mafia a Milano. Sessant’anni di affari e delitti. Nel 2011, ha pubblicato per Chiarelettere "I veri intoccabili."
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

le mie risposte

This content will be replaced when pagination inits.

i miei articoli da

IL BLUFF DELLE LIBERALIZZAZIONI
29 Febbraio 2012
Domani si svolgerà a Roma il Professional Day, la manifestazione che vedrà scendere in piazza gli iscritti agli ordini professionali in Italia. Il decreto liberalizzazioni, però, è stato annacquato e sembra che il Governo abbia ceduto alle pressioni delle lobby... "E' vero, è stato molto annacquato. Ciò non toglie che la protesta di domani rappresenti, negli intenti dei promotori, una dimostrazione di compattezza ed efficienza delle diverse categorie. I più attivi saranno senza dubbio gli avvocati, che vorrebbero... continua >>
LIBERALIZZAZIONI: NESSUNA RIVOLUZIONE IN VISTA
23 Gennaio 2012
Negli ultimi 11 anni c'è stato un aumento generalizzato di utenze e tariffe, e contestualmente una diminuzione del potere d'acquisto degli Italiani. Il Governo ha stimato, sin da subito, un incremento del 12% del potere d'acquisto come effetto delle liberalizzazioni. E' vero o falso? "È difficile dire se è una stima reale. In questi anni abbiamo assistito ad aumenti di tariffe molto superiori al tasso di inflazione, ed è auspicabile che a un aumento della concorrenza, quindi all'... continua >>
Con le liberalizzazioni, risparmi per 18 miliardi
18 Gennaio 2012
Riporto anche qui una mia intervista già pubblicata su City. In questi giorni si parla tantissimo delle liberalizzazioni, ma in termini economici cosa porterebbero davvero al nostro Paese? Secondo il Presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, le liberalizzazioni potrebbero valere 18 miliardi di euro, pari a un aumento dell'1,5% del Pil. Sono stime che comprendono la liberalizzazione degli ordini professionali, quella delle tariffe di trasporti, energia, eccetera. Quali sono quelle che servono davvero? Basta qualche farmacia o taxi in più?... continua >>

il questionario di Proust

Come sono attraverso il noto questionario di Marcel Proust
Il tratto principale del mio carattere
Contemplativo
La qualità che desidero in un uomo
Onestà
La qualità che preferisco in una donna
Dolcezza
Quel che apprezzo di più nei miei amici
Lealtà
Il mio principale difetto
Intransigenza
La mia occupazione preferita
Passeggiare in montagna
Il mio sogno di felicità
Vivere tra i boschi
Quale sarebbe, per me, la più grande disgrazia
La morte di mia mamma
Quel che vorrei essere
Più ottimista
Il paese dove vorrei vivere
Canada
Il colore che preferisco
Indaco
Il fiore che amo
Nontiscordardime
L'uccello che preferisco
Cavaliere d'Italia
I miei autori preferiti in prosa
Ian McEwan, Jonathan Franzen, Giorgio Scerbanenco
I miei poeti preferiti
Alda Merini
I miei eroi nella finzione
Rick Deckart (Blade Runner) e Duca Lamberti (Scerbanenco)
Le mie eroine preferite nella finzione
Meryl Streep in "I ponti di Madison county"
I miei compositori preferiti
John Lennon, George Harrison, Francesco Bianconi, Vasco Rossi
I miei pittori preferiti
Claude Monet, Umberto Boccioni, Giovanni Segantini
I miei eroi nella vita reale
San Francesco
Le mie eroine nella storia
Tina Anselmi
I miei nomi preferiti
Silvia e Anna
Quel che detesto più di tutto
Il tradimento
I personaggi storici che disprezzo di più
Adolf Hitler e Benito Mussolini
L'impresa militare che ammiro di più
Rivoluzione cubana
La riforma che apprezzo di più
Aborto e divorzio
Il dono di natura che vorrei avere
Talento musicale
Come vorrei morire
Improvvisamente
Stato attuale del mio animo
Speranzoso
Le colpe che mi ispirano maggiore indulgenza
Il gatto che sporca fuori dalla sua cassettina
Il mio motto
Per aspera ad astra

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da I veri intoccabili

Franco Stefanoni

"Siamo pronti a scendere in piazza in decine di migliaia, per difenderci da un vero attacco antidemocratico."
Maurizio de Tilla, ex presidente Cassa nazionale di assistenza e previdenza forense, luglio 2006, in occasione della riforma Bersani sugli ordini professionali.