Vittorio Malagutti

Libri scritti per Chiarelettere:
Capitalismo di rapina
seguilo su
Vittorio Malagutti è diventato giornalista professionista nel 1986, a 21 anni. Prima di approdare nel 2004 a «L’espresso» ha lavorato a «Gente Money», «Milano Finanza», «il Mondo» e, per nove anni, al «Corriere della Sera». Nel frattempo, dopo la scuola di giornalismo, si è laureato in Scienze politiche e si è sposato con Silvia (hanno due figli: Andrea e Luca), correndo, già che c’era, tre maratone. Scrive di finanza, nel tentativo di raccontare, oltre alla cronaca degli avvenimenti, gli aspetti inconfessabili degli affari, quelli che non compaiono nei comunicati stampa e nelle affettuose interviste da salotto con il grande manager di turno. Per questo gli è capitato spesso di incrociare la cronaca giudiziaria occupandosi, tra l’altro, di Cirio, Parmalat, dei bilanci sballati delle squadre di calcio e delle imprese della banda Fiorani. Nel 2007 ha pubblicato insieme a Paolo Biondani e Marco Gerevini il libro "Capitalismo di rapina".
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

i miei articoli da

LA SALUTE DELLE BANCHE ITALIANE
14 Giugno 2012
Nonostante i sacrifici non sembra che la cura Monti porti grandi benefici. Almeno i numeri dicono questo... Finora Monti è intervenuto semplicemente sul lato delle entrate, imponendo nuove tasse, non ha fatto la parte più difficile più volte annunciata che era quella degli interventi sul lato della crescita per ridare slancio al Pil e per creare possibilmente nuova occupazione, quindi gli effetti di questo tipo di intervento, si evidenziano anche sul bilancio pubblico. A fronte di entrate derivanti... continua >>
RECESSIONE
15 Febbraio 2012
Pil negativo per l'Italia che entra ufficialmente in recessione. Che succede? Il dato ufficiale relativo all'ultimo trimestre 2011 ci dice che il Pil è calato dello 0,63% e siccome siamo al secondo trimestre consecutivo di diminuzione del Pil, statisticamente si può dire che l'Italia è entrata nella recessione, perché si considera recessione un paese dove ci sono almeno 2 trimestri consecutivi di calo del Pil. Bisogna dirlo, è un segnale puramente statistico perché il cittadino comune a qualunque... continua >>
CROLLA ANCHE LA GERMANIA
24 Novembre 2011
Mercati altalenanti, spread in ribasso dopo l'innalzamento dei giorni scorsi. Preoccupa però il mancato collocamento dei titoli di Stato tedeschi ieri. La Germania sembra pagare eccessivamente l'opposizione agli eurobond. Che succede? "E' allarmante il risultato dell'asta di ieri che ha visto più del 30% dell'offerta di bund tedeschi invenduto. Questo ha un significato chiaro, è un segnale chiaro che c'è grande incertezza tra gli investitori sul destino dell'Euro, nella sostanza nessuno è più sicuro che da qui a... continua >>

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da Capitalismo di rapina

Paolo Biondani,Mario Gerevini,Vittorio Malagutti

Gianpiero Fiorani dixit: "Alla Banca della Svizzera Italiana ci sono tre conti del Vaticano... erano... non esagero, dai due ai tre miliardi di euro... I primi soldi neri io li ho dati al cardinale Castillo Lara"