Salvatore Giannella

Libri scritti per Chiarelettere:
Operazione salvataggio
Voglia di cambiare
seguilo su
Salvatore Giannella, nato nel 1949, giornalista, è stato direttore de «L’Europeo», di «Genius» e di «Airone». Nel 1999 ha scritto con lo storico pesarese Pier Damiano Mandelli il libro L’Arca dell’arte, che racconta la storia di Pasquale Rotondi, soprintendente delle Marche che nella Seconda guerra mondiale portò in salvo 6509 capolavori d’arte provenienti da tutta Italia ricoverandoli nella Rocca di Sassocorvaro. Allo stesso salvataggio ha dedicato la sceneggiatura del film-documentario per Rai Educational La lista di Pasquale Rotondi, che ha vinto il premio della presidenza della Repubblica all’Art Doc Film Festival di Roma 2005 come «miglior film dedicato all’arte italiana». Per la stessa Rai Educational ha scritto la sceneggiatura del film Odissea negli abissi, dedicato a Vassilj Arkhipov, il capitano della marina sovietica che durante la crisi dei missili a Cuba evitò lo scoppio della Terza guerra mondiale. Dal 1997 è tra le principali firme del settimanale «Oggi» per i temi della cultura e delle scienze. Cura una rubrica su «Sette», il settimanale del «Corriere della Sera». Sul sito Corriere.it firma una settimanale rubrica di buone notizie sotto la testata ritrovata della «Domenica del Corriere». Nel 2007 ha ricevuto a Rimini la medaglia d’oro del comitato scientifico del Centro internazionale ricerche «Pio Manzù», presieduto da Michail Gorbaćëv, «per aver alimentato la mente degli italiani chiarendo preoccupazioni, scovando personaggi e scavando nella storia e nelle storie, creando sostegni con racconti carichi di realtà e di favola». Ha curato La valle del Kamasutra, volume antologico per festeggiare i 90 anni del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra (Bompiani 2010), Consigli per un paese normale, raccolta di dialoghi con il maestro del giornalismo Enzo Biagi (Rizzoli 2010) e l’ultimo libro di Tonino Guerra, Polvere di sole (Bompiani 2012). Nel 2008 ha pubblicato con Chiarelettere il libro Voglia di cambiare, diario di viaggio nell’Europa eccellente. Alla stessa filosofia editoriale, la meglio Europa per un’Italia al meglio, è dedicato il suo blog Giannella Channel.
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

i miei articoli da

Benvenuti in sette città del futuro
5 Aprile 2013
Città e territori intelligenti. Comunicazioni tra edificio ed edificio, tra macchina e macchina, con gli uomini, tra gli uomini. Ecosistemi interdipendenti interconnessi. Un network di persone e cose che hanno un linguaggio comune. Una città si definisce "smart", intelligente, quando gli investimenti nel capitale umano, sociale, nell'innovazione tecnologica e nelle infrastrutture di comunicazione alimentano lo sviluppo sostenibile e la qualità della vita, con una saggia gestione delle risorse e la partecipazione di tutti. Secondo l'Alexandra Institute il 62... continua >>
Sulle spalle dei giganti. Lamberto Sechi
1 Ottobre 2012
Un'estate fa ci ha lasciati Lamberto Sechi (Parma 1922 - Venezia 2011), il padre dei moderni settimanali d'informazione: il suo nome resta associato, per tutti, alla direzione di Panorama (1966-1979), il settimanale che è stato scuola di un grande numero di firme giornalistiche. Lamberto è stato nelle sue successive direzioni (ha guidato altri prestigiosi settimanali come L'Europeo oltre che ricoprire il ruolo di direttore editoriale dei periodici Rizzoli, e quotidiani come La nuova Venezia) per mia fortuna... continua >>
Caro Enzo Biagi, come vorremmo averti qui...
9 Giugno 2012
Nei giorni bui dell'Emilia ferita dal terremoto torno ad aprire le pagine dell'ultimo libro, ahimè postumo, di Enzo Biagi, «Consigli per un Paese normale», Rizzoli 2010, una serie di articoli di quel maestro di giornalismo, curati dal sottoscritto che lavorò con lui (arricchendosi della sua umanità e della sua passione per il giornalismo), a «Oggi» quando Berlusconi decise di censurarlo e togliergli il suo spazio televisivo. In quelle pagine l'emiliano Biagi prende lo spunto da un'indagine da cui... continua >>

il questionario di Proust

Come sono attraverso il noto questionario di Marcel Proust
Il tratto principale del mio carattere
Tanta curiosità, l'unica molla capace di muovere la mia pigrizia.
La qualità che desidero in un uomo
L'onestà.
La qualità che preferisco in una donna
La creatività energica e due occhi che rispecchiano bellezza e conoscenza
Quel che apprezzo di più nei miei amici
L'autoironia
Il mio principale difetto
Non tenere l'occhio sull'orologio
La mia occupazione preferita
IAscoltare, raccogliere e raccontare storie
Il mio sogno di felicità
Essere curioso fino all'ultimo
Quale sarebbe, per me, la più grande disgrazia
Lo sciopero delle edicole
Quel che vorrei essere
Quello che sono, con venti chili in meno e quattro diottrie in più
Il paese dove vorrei vivere
Sulla riviera romagnola, in una casa affacciata su un porto canale
Il colore che preferisco
Il giallo che incorniciava la rivista che ho diretto per nove anni, Airone
Il fiore che amo
Il girasole
L'uccello che preferisco
Il falco pellegrino
I miei autori preferiti in prosa
Italo Calvino, Primo Levi e Rachel Carson, l'americana autrice della "Primavera silenziosa"
I miei poeti preferiti
Omero, Neruda e Tonino Guerra
I miei eroi nella finzione
Clark Kent, alias Nembo Kid
Le mie eroine preferite nella finzione
Valentina di Crepax
I miei compositori preferiti
L'eterno Ennio Morricone e il giovane Andrea Guerra
I miei pittori preferiti
Caravaggio ieri e oggi mio figlio Giacomo, digital artist che continua a sorprendermi
I miei eroi nella vita reale
Pasquale Rotondi: salvò migliaia di capolavori dell'arte italiana durante la seconda guerra mondiale (gli ho dedicato un libro e un film). E il capitano della marina sovietica Vassjly Arkhipov che con il suo NO al lancio di un missile nucleare durante la crisi di Cuba evitò lo scoppio della terza guerra mondiale.
Le mie eroine nella storia
L'astronauta sovietica Valentina Tereshkova, la siciliana Franca Viola e Milena Gabanelli
I miei nomi preferiti
Quelli dei miei nipoti: Leonardo, Guido e Agata
Quel che detesto più di tutto
I bugiardi, gli ipocriti e gli arroganti
I personaggi storici che disprezzo di più
Hitler, Pol Pot e tutti i dittatori
L'impresa militare che ammiro di più
La marcia di Annibale fino all'incontro con la bella Iride di Salpi, in Puglia
La riforma che apprezzo di più
Già varata: il diritto di voto alle donne. Da varare: una legge che punisca con sanzioni significative chi intenta cause temerarie, la maggiore minaccia alla libertà di stampa in Italia.
Il dono di natura che vorrei avere
Avere mani sapienti per saper suonare, come suonava mio padre
Come vorrei morire
Che la morte mi colga vivo
Stato attuale del mio animo
Sereno, riconoscente a molti maestri (non solo di scuola o di giornalismo) che mi hanno orientato nella vita. Preoccupato per i miei nipoti. Deluso da molti politici (ma non dalla politica)
Le colpe che mi ispirano maggiore indulgenza
Quelle delle persone che mi stanno a cuore
Il mio motto
Prendetemi tutto ma lasciatemi scrivere

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da Operazione salvataggio

Salvatore Giannella

“Se dobbiamo scegliere tra distruggere un famoso edificio e sacrificare i nostri soldati, la vita dei nostri uomini conta infinitamente di più dell’edificio. Ma la scelta non è sempre così netta. In molti casi i monumenti possono essere salvati senza alcun detrimento per le operazioni.”
Generale Dwight Eisenhower.