Don Virginio Colmegna

Libri scritti per Chiarelettere:
Ora et labora
seguilo su
Don Virginio Colmegna è nato a Saronno (Va) il 1° agosto 1945. Ordinato sacerdote il 28 giugno 1969, nel settembre dello stesso anno ha conseguito la licenza in teologia. Dal 1969 al 1976 è stato viceparroco nel quartiere milanese della Bovisa e collaboratore dell’Azione cattolica. Nel 1979 è nominato assistente ecclesiastico della Fuci (Federazione universitaria cattolica italiana). Negli anni Ottanta ha promosso diverse cooperative e comunità di accoglienza, principalmente nel campo della sofferenza psichica e dei minori. Nel 1982 è entrato nell’ufficio Vita sociale e Lavoro della curia di Milano, in qualità di assistente diocesano del Movimento dei lavoratori di Azione cattolica, ed è nominato vicepresidente del Coordinamento nazionale delle comunità di accoglienza (Cnca). Nel 1990 ha assunto il ruolo di parroco nella parrocchia Resurrezione di Sesto San Giovanni (Mi). Il cardinale Carlo Maria Martini, nel 1993, lo ha designato direttore della Caritas ambrosiana. Nel 1998 è nominato direttore della delegazione regionale Caritas Lombardia e presidente dell’Agenzia solidarietà per il lavoro (Agesol), impegnata nel reinserimento lavorativo dei detenuti. Nel 2001 è nominato vicepresidente dell’associazione Agenzia di cittadinanza. Il 31 dicembre 2004 don Colmegna ha lasciato la direzione della Caritas ambrosiana per dedicarsi a tempo pieno alla fondazione Casa della carità «Angelo Abriani», di cui tuttora è presidente. Nel 2006 è diventato presidente del Centro ambrosiano di solidarietà (Ceas). È autore di molti libri, tra i quali ricordiamo l’autobiografia Non per me solo (il Saggiatore, 2011). Per Chiarelettere, ha curato la prefazione al libro di don Primo Mazzolari, "Come pecore in mezzo ai lupi " e, nel 2012, ha pubblicato il libro Ora et labora .
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

i miei articoli da

Il nostro Ramadan
12 Luglio 2013
L'inizio del Ramadan è stato alla Casa della carità un momento di riflessione e condivisione. Con gli ospiti. Agli ospiti che iniziano il loro digiuno ho fatto sinceri e fraterni auguri in sintonia con lo spirito di dialogo che caratterizza la nostra ospitalità quotidiana. Sappiamo che il mese sacro dell'Islam che incomincia questa settimana, deve essere un momento di gioia da condividere con tutta la comunità dei propri fratelli nella fede, ma ci auguriamo che questa gioia possa... continua >>
Commozione per il Papa a Lampedusa
8 Luglio 2013
Confesso di essermi commosso quando ho saputo che il primo viaggio di Papa Francesco sarebbe stato a Lampedusa. E anche ora, che sto seguendo in tv il suo arrivo sull'isola, sono emozionato. Lo sono perché questa scelta del Pontefice sottolinea come le tante, troppe vittime dell'immigrazione, di cui Lampedusa è purtroppo il simbolo, siano una sfida alla coscienza di ciascuno di noi e dell'intera umanità: i volti e i nomi di chi non riesce a portare a termine... continua >>
20 giugno, una triste giornata del rifugiato
20 Giugno 2013
Oggi è la Giornata Mondiale del Rifugiato. E' stato scelto il 20 giugno perché era da anni la giornata africana del rifugiato, quasi a stabilire una solidarietà istintiva con un'area geografica protagonista da sempre di un drammatico e incessante esodo di individui, famiglie, popolazioni intere in fuga da conflitti, carestie, povertà, epidemie, guerre e genocidi. Lo sappiamo bene noi cittadini di un paese che, così vicino alle coste nordafricane, è uno degli approdi naturali di questo esodo verso... continua >>

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da Ora et labora

Don Virginio Colmegna

"Di fronte all'universo possiamo anche sembrare inutili, insignificanti e marginali, ma nella vita di chi ci ama siamo senz'altro indispensabili e insostituibili."