Daniele Biacchessi

Libri scritti per Chiarelettere:
Passione reporter
Il Paese della vergogna
seguilo su
Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore. Vicecaporedattore di Radio24-Il Sole24ore.Premio Cronista 2004 e 2005 per il programma "Giallo e nero". Premio "Raffaele Ciriello" 2009 per il libro "Passione reporter". Premio Unesco 2011 per lo spettacolo "Aquae Mundi". Ha pubblicato decine tra libri, prefazioni e interventi."La fabbrica dei profumi" (Baldini&Castoldi,1995), "Fausto e Iaio" (Baldini&Castoldi, 1996), "Il caso Sofri" (Editori Riuniti, 1998), "L'ambiente negato" (Editori Riuniti,1999), "10,25 cronaca di una strage" (Gamberetti, 2000), "Il delitto D'Antona" (Mursia, 2001), "Un attimo..vent'anni" (Pendragon, 2001), "Ombre nere" (Mursia, 2002), "Punto Condor. Ustica, il processo" (Pendragon,2002), "L'ultima bicicletta, il delitto Biagi" (Mursia, 2003), "Cile 11 settembre 1973" (Franco Angeli, 2003), "Vie di fuga. Storie di clandestini e latitanti" (Mursia 2004), "Roberto Franceschi: processo di polizia" (Baldini Castoldi Dalai,2004), "Walter Tobagi. Morte di un giornalista." (Baldini Castoldi Dalai, 2005), "Una stella a cinque punte. Le inchieste D'Antona e Biagi" (Baldini Castoldi Dalai, 2007), "Il paese della vergogna" (Chiarelettere, 2007), "Fausto e Iaio, trent'anni dopo", capitolo "I fatti" (Costa&Nolan, 2008), "Passione reporter" (Chiarelettere, 2009),"Attentato imminente", prefazione al libro di Simona Mammano e Antonella Beccaria (Stampa Alternativa, 2009), "Per non dimenticare, il teatro civile di Daniele Biacchessi (Associazione LaLokomotiva, 2010), "Maledetta fabbrica" a cura di Simona Mammano capitolo sulle morti bianche (Stampa Alternativa, 2010), "Teatro civile, nei luoghi della narrazione e dell'inchiesta" (Edizioni Ambiente collana Verdenero inchieste, 2010). Di prossima pubblicazione "Orazione civile per la Resistenza" (2012, Promomusic) Nel 2001 scrive e dirige il docufilm "Il filo della memoria" (montaggio di Gianfranco Vietti), sui familiari delle vittime delle stragi e del terrorismo. Daniele Biacchessi é autore, regista e interprete di teatro narrativo civile. "La storia e la memoria" (2004) , "Fausto e Iaio, la speranza muore a 18 anni" (2005), "La Fabbrica dei profumi. Il racconto di Seveso" (2006), "Storie d'Italia. I diari" (2006), "Punto zero, frammenti di underground americano" (2008), "Orazione civile per la Resistenza (2011), "Ustica Punto Condor" (2011), con il sassofonista Michele Fusiello. "Roberto Franceschi. Processo di polizia" (2005), "Quel giorno a Cinisi. Storia di Peppino Impastato" (2006),"Aquae Mundi, l'acqua è un bene comune" con il pianista Gaetano Liguori. "Il paese della vergogna" e "Passione reporter" con Marino e Sandro Severini dei Gang. "I ventitré giorni della città di Alba" (2007) e "Il sogno e la ragione. Storie del '68", con Gaetano Liguori e Michele Fusiello. "Il lavoro rende liberi" (2010) con il cantautore Andrea Sigona. "Cento passi contro la mafia" (2010) con Tiziana Di Masi e Gaetano Liguori. "Storie dell'Altra Italia" con Gang e Massimo Priviero. In forma di solo reading,ha scritto "Luigi Tenco, morte di un cantautore" e “Le crepe della memoria” per le vittime del terremoto dell’Aquila. "Il paese della vergogna" e "Passione reporter" con Gang , "Storie dall'Altra Italia" con Gang e Massimo Priviero, "Quel giorno a Cinisi" e "Aquae Mundi" con Gaetano Liguori, "Il lavoro rende liberi" con Andrea Sigona,"Ustica Punto Condor" e "Orazione civile sulla Resistenza" con Michele Fusiello sono gli spettacoli disponibili. Questi i libri pubblicati per Chiarelettere: "Il Paese della vergogna" (2007) e "Passione reporter" (2009).
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

le mie risposte

This content will be replaced when pagination inits.

i miei articoli da

Quel giorno che morì Giorgiana Masi
13 Maggio 2013
Uno sparo secco, e poi altri in rapida successione. E' il 12 maggio 1977. Roma, piazza Navona. I radicali hanno organizzato un sit in per raccogliere le firme alla proposta dei referendum abrogativi e per celebrare la vittoria al precedente referendum sul divorzio. La tensione è altissima perchè poche settimane prima, nel corso di scontri a Roma, gli autonomi avevano ucciso un poliziotto e feriti altri quattro. Così la Questura vieta i cortei e i sit in.... continua >>
La notte della Repubblica e Giulio Andreotti
9 Maggio 2013
Giulio Andreotti se ne è andato il 6 maggio a 94 anni e si è portato nella tomba un carico impressionante di segreti della storia della seconda metà del Novecento e di domande inevase. Giulio Andreotti e piazza Fontana Andreotti era a conoscenza delle trame occulte che stavano dietro gli attentati della strategia della tensione dal 1969 al 1974? Nel 1981, Giulio Andreotti viene coinvolto insieme a Mariano Rumor e Mario Tanassi durante il processo di Catanzaro. Si... continua >>
Enzo Jannacci, l'uomo e il poeta
2 Aprile 2013
Alla fine Enzo se ne è andato nella sua Milano. Ora restano i ricordi, le testimonianze, la voce di chi lo ha conosciuto, incontrato in questi anni di musica e parole. Enzo raccontava una Milano che non c'è più, soffocata dal modernismo, dall'affarismo, dalle carriere facili, dalla mancanza di solidarietà e rispetto. Le aveva cercate a lungo quelle storie di ultimi, di sfigati, di diseredati, ma anche di persone che potevi incontrare nella città e che ti guardavano... continua >>

il questionario di Proust

Come sono attraverso il noto questionario di Marcel Proust
Il tratto principale del mio carattere
curioso
La qualità che desidero in un uomo
sincerità
La qualità che preferisco in una donna
una donna solare
Quel che apprezzo di più nei miei amici
fedeltà
Il mio principale difetto
la troppa sincerità
La mia occupazione preferita
Igiornalismo e teatro
Il mio sogno di felicità
vivere a Big Sur in California
Quale sarebbe, per me, la più grande disgrazia
non riuscire più a fare tutti i progetti che ho in mente e che devo ancora realizzare
Quel che vorrei essere
Mi basto così
Il paese dove vorrei vivere
Stati Uniti(California)
Il colore che preferisco
rosso
Il fiore che amo
papavero
L'uccello che preferisco
il passero
I miei autori preferiti in prosa
Whitman, Twain, Poe, Manchette - Fenoglio, Pavese
I miei poeti preferiti
Ferlinghetti, Ginsberg, Corso,Bellezza
I miei eroi nella finzione
Tex
Le mie eroine preferite nella finzione
Loretta Goggi nella Freccia Nera
I miei compositori preferiti
Bruce Springsteen, Ry Cooder, Jackson Browne, Tom Waits, Greateful Dead, Muddy Waters, Blues Brothers, Pat Metheny
I miei pittori preferiti
Kandisky - Picasso - Dalì
I miei eroi nella vita reale
Quelli che difendono la Costituzione nata dalla Resistenza
Le mie eroine nella storia
Tina Modotti
I miei nomi preferiti
Edy, Laura
Quel che detesto più di tutto
La massoneria e i funzionari dello Stato infedeli
I personaggi storici che disprezzo di più
Mussolini- Hitler, Stalin, Pinochet, Franco, Videla e Massera
L'impresa militare che ammiro di più
La Resistenza italiana
La riforma che apprezzo di più
Ci sono state riforme in Italia?
Il dono di natura che vorrei avere
La pazienza
Come vorrei morire
Guardando un tramonto a Big Sur
Stato attuale del mio animo
Molto positivo
Le colpe che mi ispirano maggiore indulgenza
Non ci sono colpe che mi isprano indulgenza
Il mio motto
"Vivere di calcoli arrovellarmi in suppliche e raccomandazioni, preferire alla poesia plagi e umiliazioni? No, grazie, grazie no! Grazie, no. Grazie, grazie, no!" (Cyrano)

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da Passione reporter

Daniele Biacchessi

"Tu vuoi sapere come fosse Maria Grazia Cutuli in quelle giornate di novembre. Potrei dirti che era felice perché stava facendo la cosa che amava di più: il mestiere di giornalista." Alberto Negri, inviato de «Il Sole24Ore» in Afghanistan.