Michele Ainis

Libri scritti per Chiarelettere:
La cura
seguilo su
Michele Ainis, costituzionalista, è un siciliano trapiantato a Roma da vent’anni e passa. A Messina, nel 1978, scrive la sua tesi di laurea con la guida di Temistocle Martines, che successivamente lo avvia alla carriera accademica, e soprattutto gli impartisce una lezione di rigore civile. Ha pubblicato una nutrita seria di saggi, nell’ordine: L’entrata in vigore delle leggi (Cedam 1986); Cultura e politica (Cedam 1991); Le parole e il tempo della legge (Giappichelli 1996); La legge oscura (Laterza 1997, nuova edizione 2002, più volte ristampato); Se 50.000 leggi vi sembran poche (Mondadori 1999); L’ordinamento della cultura (Giuffrè 2003, nuova edizione 2008, con M. Fiorillo); La libertà perduta (Laterza 2003); Le libertà negate (Rizzoli 2004); Vita e morte di una Costituzione (Laterza 2006); Stato matto (Garzanti 2007); Chiesa padrona (Garzanti 2009); "La cura" (Chiarelettere 2009).

Ainis ha anche pubblicato, insieme a Martines, un Codice costituzionale, che ha ricevuto due edizioni per i tipi di Laterza (l’ultima nel 2002), sei edizioni per i tipi della Led (l’ultima nel 2007). Ha curato un Dizionario costituzionale (Laterza 2000), nonché – fra l’altro – Informazione, potere, libertà (Giappichelli 2005) e I referendum sulla fecondazione assistita (Giuffrè 2005). E ha firmato un centinaio di saggi scientifici su vari temi del diritto costituzionale.

A questi si aggiunge un’intensa attività di editorialista, con più di cinquecento articoli su vari organi di stampa. Sporadicamente sul «Corriere della Sera» (nel 1997), «Italia Oggi» (1998-2000), «Il Riformista» (2003-2006), «Panorama» (2005), «Il Sole 24 Ore» (2009). In modo organico e continuativo su «La Stampa», dal 1998 in poi.

Da qui qualche riconoscimento: il premio Tosato (1990), un premio della Cultura della presidenza del Consiglio dei ministri (1991), il premio «Libri dell’anno nella scienza giuridica» (1997 e 2004), il premio «Giurista dell’anno» da parte della European Law Students’ Association (1999), il premio «Santa Marinella» (2004). Quanto all’insegnamento, comincia nel 1984. Come ricercatore a Messina, poi a «La Sapienza» di Roma, quindi (da ordinario) all’Università di Teramo, infine a «Roma Tre».
...
espandi
AVVISAMI QUANDO ESCE UN TUO NUOVO LIBRO

e-mail 

 privacy

Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:
- I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa del blog
- Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
- I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione.
- Il soggetto Chiarelettere Editore S.r.l, in qualità di responsabile del sito e il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a, in qualità di responsabile del trattamento dei dati sono gli unici soggetti che possono aver accesso ai dati personali da Lei indicati.
- Lei ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

- Lei ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalita' e modalita' del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita' di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

- Lei ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e' necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

- Lei ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche' pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

- I diritti suindicati sono esercitati con richiesta rivolta senza formalita' al titolare o al responsabile del Portale chiarelettere.it, in persona del legale rappresentante pro tempore, anche per il tramite di un incaricato, alla quale e' fornito idoneo riscontro senza ritardo.
- Il soggetto responsabile del Trattamento dei Dati personali è Gruppo Editoriale Mauri Spagnol S.p.a con sede in Via Gherardini 10 - 20145 Milano e.mail: info@maurispagnol.it in persona del legale rappresentante pro tempore, il titolare del trattamento dei dati è Chiarelettere Editore S.r.l, in persona del legale rappresentante pro tempore, con sede in Via Melzi d'Eril 44 - 20145 Milano e.mail: info@chiarelettere.it

i miei articoli da

LA BUFALA DELLE PROVINCE
15 Settembre 2011
Sul capitolo riguardante l'abolizione delle province ci sono stati vari giri di valzer. All'inizio c'era l'intenzione di abolire le province al di sotto di una certa soglia di popolazione e anche di territorio, quindi ne sarebbero state depennate 32 che poi diventarono 29. Alla fine tutto è stato rinviato a un Disegno di Legge costituzionale che è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, che ora invece le abolisce tutte. Certo, ma chissà quando... Le province hanno una copertura... continua >>
Strage di ciclisti, il marocchino aveva la patente di guida
6 Dicembre 2010
Il giovane marocchino Chafik Elketani, 21 anni, che ieri mattina con la sua Mercedes ha travolto ed ucciso sette ciclisti sulla strada statale 18, a Lamezia Terme, nel Catanzarese, aveva la patente di guida. Ieri era stata diffusa la notizia che la patente gli era stata ritirata dalla polizia municipale, ma in relatà il ritiro era avvenuto alcuni mesi fa. Il documento di guida è stato trovato dagli inquirenti in casa di una sorella del giovane, a Gizzeria.... continua >>

i miei video su

Loading...

sull'autore

Loading...

un pretesto per leggerlo
Tratto da La cura

Michele Ainis

"La revoca degli eletti (recall) s'adatta ai casi di cattiva amministrazione, negligenza, abuso di potere. Negli Usa esiste dal 1911... esiste in Canada, nella Federazione Russa, in vari paesi dell'America Latina. C'è una ragione per vietarne l'uso alle nostre latitudini?"